Questa è stata la richiesta respinta dalla PM Alessandra Dolci

Rimangono chiusi i cancelli del carcere per Fabrizio Corona: “E’ Natale, dottoressa, mi lasci uscire di galera” avrebbe detto in aula l’ex agente dei paparazzi: “Ho già scontato un anno e quattro mesi di carcere per una vicenda per la quale sono stato assolto” – aggiunge Fabrizio Corona: “Io ho avuto molto tempo per studiare in carcere. La relazione del pm sulle imposte evase è clamorosa e piena di bugie. Io ho il diritto di difendermi. Se in un atto c’è qualcosa di non vero, io lo devo dire.” – Fabrizio Corona aggiunge – “Siamo in un Paese civile, non lo faccio solo per me, ma per tutti i cittadini italiani” – la PM risponde ferma sulla sua decisione- “Basta con questa aggressività! Non c’è nessun motivo! Se il suo obiettivo è uscire di galera, faccia tesoro delle esperienze passate”.

fabrizio corona, lele mora,
Fabrizio Corona

Dopo le feste, il 9 gennaio 2018 Fabrizio Corona torna in aula

Fabrizio Corona ha tentato di dimostrare che l’appartamento a Milano venne acquistato dalla società Fenice (della mamma di Corona) senza alcuna irregolarità. “Le ho già pagate le imposte su quella casa. Quante volte mi dovete far pagare? Se mi fate lavorare, guadagno cinque milioni di euro in un anno e ve li do, così sono pulito e nessuna Procura della Repubblica potrà più perseguirmi”.

Lele Mora lancia l’allarme: “Se ho paura che tenti di uccidersi?”

“Fabrizio Corona è in pericolo” ha detto Lele Mora questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus. Lele Mora parla della situazione di Fabrizio Corona dentro il carcere: “Mi dispiace molto per Fabrizio non è un ragazzo cattivo. È un ragazzo malato e va curato. Non dovrebbero lasciarlo chiuso in carcere, starà sempre peggio, rischierà delle cose, spero che la mente gli tenga e non faccia degli strani effetti. Se ho paura che tenti di uccidersi? So che gli sono successe delle cose, radio carcere è molto piccola, certe cose si vengono a sapere”.

“Io non lo vedo dal 2009, per scelta mia”.

Lele Mora sottolinea il trattamento riservato a Fabrizio Corona: “Secondo me è in pericolo, lo dico in base a quello che mi viene raccontato da amiche comuni. Io non lo vedo dal 2009, per scelta mia. Non mi andava di frequentarlo quando eravamo fuori tutti e due.

“Non ho voluto vederlo, né incontrarlo: ma lancio un appello alla magistratura, al magistrato di sorveglianza che ce l’ha in custodia. Gli stiano vicino, gli diano un buono psichiatra, lo facciano curare. Lui non è un ragazzo cattivo, è solo malato di soldi”. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here