Lewis Hamilton ha vinto il Gp di Cina. Dopo essere arrivato secondo la gara precedente a Sepang, l’inglese ha dimostrato di essere comunque il migliore. Il podio a Shanghai è sempre composto dagli stessi: Rosberg secondo e Vettel terzo. Niente di nuovo, Hamilton corre e mantiene la posizione sin dalla partenza. Con un ritmo in gara sorprendente, senza temere mai gli avversari. Il campione britannico ha tagliato il traguardo con il tempo di 1.39. 42.008, il compagno di squadra è arrivato alla fine con un distacco di +0.714 e il pilota della Ferrari a +2.988.

hamilton-vittoria-shanghai
Mondiale F1: Lewis Hamilton trionfa a Shanghai

Mondiale F1 2015 – Gp di Cina: Le dichiarazioni dei piloti

Hamilton alla terza gara del Mondiale F1 2015 ha confermato la sua superiorità, iniziando anche a battibeccare con Rosberg. Durante la conferenza stampa l’inglese ha affermato di aver corso con il suo ritmo senza preoccuparsi di nient’altro. E questo ha fatto arrabbiare l’altro uomo Mercedes, che ha dichiarato: “Interessante sentire questo, che non si è preoccupato di chi era dietro. Peccato che avessi chiamato via radio il box e segnalato che Lewis dovesse aumentare l’andatura altrimenti le mie gomme si rovinavano e rischiavo pure di essere sorpassato da Vettel”.
Le polemiche non sono terminate perché il campione del mondo in carica subito dopo ha risposto al rivale: “Il mio lavoro non è pensare alla gara di Nico, ma gestire la mia macchina e portare l’auto e me stesso alla fine nel modo più veloce possibile. Non ho fatto nulla a livello intenzionale per danneggiarlo, lui doveva soltanto cercare di superarmi e non c’è riuscito”.
Alla fine comunque la coppia delle frecce d’argento ha conquistato il tredicesimo successo insieme. Hamilton, inoltre, trionfando a Shanghai ha ottenuto la 35esima vittoria in carriera. Dopo la gara ha festeggiato anche Sebastian Vettel, che ovviamente non si aspettava di salire sul gradino più alto del podio, come aveva fatto a Sepang. “Nel complesso è stata una bella gara. Siamo stati più vicini alle Mercedes con le gomme soft, abbiamo cercato di mettere loro pressione, ma con le gomme dure loro sono stati più veloci”, ha affermato il tedesco della rossa.

Gp F1 Shanghai: la gara

La competizone è stata gestita dalle due auto tedesche, ma un buon risultato l’ha ottenuto anche Kimi Raikkonen. Il finlandese è partito bene superando i due piloti della Williams (arrivati quinto e sesto) e passando dal sesto al quarto posto. Dopo ha cercato di conquistare la terza posizione avendo un buon passo durante tutta la gara. E ci sarebbe riuscito con l’ingresso nel finale della Safety car. A pochi giri dalla fine Verstappen si è fermato in pista, nel rettilineo finale, a causa di un problema tecnico e quindi la macchina di servizio è dovuta entrare. La competizione è finita con la safety e di conseguenza l’ordine di arrivo si è congelato a due giri dal termine. Per Raikkonen comunque il quarto posto è importante, perché in pista è sembrato competitivo al pari dei migliori. Male è andato invece Fernando Alonso, che ha finito la gara, ma si è accontentato di un dodicesimo posto; ha fatto peggio, però, il compagno di squadra Jenson Button arrivato tredicesimo. In quattro non hanno completato il gran premio: Hulkenberg, Kvyat e Verstappen per un problema al motore e Sainz in seguito ad un contatto con la McLaren di Button.
La prossima fermata del Mondiale di F1 sarà in Bahrain. Il Gran Premio ritornerà proprio questo fine settimana (17-19 aprile).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here