E’ morta Nadine Gordimer, scrittrice sudafricana e Nobel contro l’apartheid

Si è spenta nella sua casa di Johannesburg, Nadine Gordimer, il premio Nobel contro l’apartheid. Era nata il 20 novembre 1923 a Springs,  nel centro minerario a est di Johannesburg, da genitori immigrati ebrei, ha raccontato come nessun altro la sua terra, il Sudafrica, mettendo la scrittura al servizio dell’umanita‘ e la sua voce contro l’apartheid.Amica di Nelson Mandela, Myriam Makeba e tanti leader della lotta contro l’apartheid. Nadine Gordimer era stata fra i membri fondatori del Congress of South African Writers. Nell anno 1974 aveva vinto il “Booker Prize” e nel gennaio 2007, il premio Nobel Grinzane Cavour per la Lettura.

Nadine Gordimer, è morta  una delle voci più forti e autorevoli contro l'apartheid
Nadine Gordimer, è morta una delle voci più forti e autorevoli contro l’apartheid

A Marzo, Nadine Gordimer, aveva annunciato di essere malata di cancro al pancreas, dicendo addio alla scrittura mentre stavano per uscire i suoi ‘Racconti di una vita’ in Italia. Grazie a questa piccola, grande donna, i diritti umani e civili hanno subito una svolta storica. Ci mancherà quel suo sguardo vispo ma severo e la sua scrittura contro l’apartheid. Gordimer è «morta serenamente nel sonno» alla presenza dei figli Ugo e Oriane, come hanno annunciato i suoi in una nota, in cui si legge che «Sarà ricordata amorevolmente dalla famiglia, dagli amici e dai colleghi letterati». La scrittrice era da tempo malata di cancro al pancreas.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.