Il 12 luglio nella lussuosa cornice del “The Westin Excelsior Rome” a Via Veneto abbiamo assistito alla presentazione della collezione Autunno-Inverno 2014/2015 Giada Curti Haute Couture. La scenografia racconta una mise en scene che si appropria di profumi e scorci di una dimora di lusso, un’atmosfera resa arabeggiante dai colori, dalle musiche, dall’opulenza. 500 ospiti che al loro arrivo si sono soffermati ad ammirare l’immensa sala sormontata da splendidi lampadari di cristallo. Tra i presenti personaggi di rilievo dello spettacolo, cinema, musica e moda tra cui l’attrice Elisabetta Pellini, Eleonora Albrecht, Michela Andreozzi, Marina Pennafina, Patrizia Pellegrino, il maestro d’orchestra Jacopo Sipari di Pescasseroli, Thomas Grazioso, Angela Bruni, Erika Gottardi, Antonella Salvucci, Luca Ventura, Helena War e tanti altri.

Come già anticipato attraverso questa collezione la stilista Giada Curti ha voluto omaggiare gli Emirati Arabi, in particolare Dubai, che l’ha accolta e le sta offrendo grandi opportunità di espansione. Shukran, grazie, thank you.

giada-curti-collezione-shukran-sfilata-foto38-681x1024
Giada Curti presenta la collezione Shukran ad Alta Roma 2014

Le modelle avanzano con passo morbido e lento, indossano tacchi vertiginosi ricoperti di strass sotto abiti da sera interpreti di una modernità inedita, che mixano linguaggi e culture. Zaghrouta, la particolare canzone matrimoniale cantata dalle donne arabe, apre la sfilata, compare l’abito da sposa: una casacca minimal-chic ricoperta di cristalli, al posto del classico bouquet una Gbag di lana e cristalli, al posto del velo il turbante. Proponendo look dinamici e silhouette strutturate, la collezione gioca su tre colori: il bianco, il rosa e l’acciaio, ognuno dei quali porta con se una traccia di Dubai. Le tonalità delicate del rosa del deserto; il bianco candido del Kandura; l’acciaio dei grattaceli avveniristici come il Burj Khalifa, Burj al-Arab o l’Emirates Tower.

Il rosa è nella gonna di Douchesse di seta con le tasche, sormontata da un top di gradi paillettes acciaio; nel tubino tatuato di rose macramè; nell’abito morbido dai polsi ricamati da cristalli e paillettes madreperla; il rosa è nell’abito sirena costruito con pizzo rebrodè, stretto in vita da una cinta di seta ricamata con pietre cristalli e perle su una base di fili di metallo intrecciati. La lana costruisce inaspettatamente un abito da sera bianco dalla gonna di seta.

Gli abiti definiscono il punto vita, la lunghezza conferisce determinazione alla silhouette, sontuosi scolli geometrici lasciano la schiena nuda. I modelli della collezione raccontano un’eleganza disinvolta.

Raffinati accessori donano alla collezione Shukran un tocco di grazia: alti bracciali di metallo; le borse Gbag in lana e cristalli; il Turbante, accessorio centrale in questo racconto, costruito in seta e ricamato di pietre, perle, paillettes, metallo.

I 10 modelli di questa capsule collection Shukran anticipano la partecipazione di Giada Curti Haute Couture alla Dubai Fashion Week 2014 in autunno, dove sarà presentata l’intera collezione, anche in vista dell’imminente apertura dell’Atelier Giada Curti di Dubai.

Credito foto: GenteVip

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here