Da questa notte hanno avuto inizio gli Australian Open, ed è arrivata subito una bella vittoria per il nostro Andreas Seppi e la nostra Sara Errani. Andreas ha battuto l’uzbeko Denis Istomin, 5/7 6/3 2/6 6/1 6/4, in due ore e 51 minuti. Delle nove sfide tra i due, dove l’italiano ne ha vinte sei, cinque si sono concluse al quinto set. Seppi, dopo questo ennesimo match finito al quinto, ha affermato: “Giuro che non lo facciamo apposta, semplicemente giochiamo praticamente a specchio, siamo molto simili e quindi vengono fuori sempre incontri molto equilibrati”. Il suo prossimo avversario sarà Jeremy Chardy, che ha superato il croato Borna Coric per 3-6 6-4 7-5 6-4. La precedente sfida tra i due, vede il francese con la vittoria sull’italiano: “Ricordo di aver giocato un buon primo set, poi lui ha vinto gli altri tre servendo molto bene. Il suo back di rovescio mi dà fastidio, ma da allora non ci siamo più sfidati. Sarà un’occasione per prendermi una rivincita”, ha commentato Seppi.

Australian Open 2015

australian-open-2015-sara-errani-300x167
Australian Open 2015 Sara Errani

Senza troppi problemi, invece, l’esordio per Sara Errani, che batte la statunitense Grace Min per 6/1 6/0. E’ la prima vittoria per la romagnola, in questo nuovo anno, che nel secondo turno affronterà la vincente tra la spagnola Silvia Soler Espinosa e la tedesca Annika Beck. La stessa sorte non è toccata, come prevedibile, a Karin Knapp, che ha perso contro la numero 3 del mondo, Simona Halep, per 6/3 6/2, in un’ora e 27 minuti. “Ero partita bene ma non ho servito granché bene e quindi ho dovuto lottare su ogni punto facendo il suo gioco”, ha detto Karin. “La Halep è una delle giocatrici fisicamente più forti del circuito ed è solida, molto solida”, ha aggiunto.

Esordio positivo di Rafa Nadal e Andy Murray, Ivanovic messa KO

australian-open-2015-rafa-nadal-300x206
Rafa Nadal

Esordio positivo per il ritrovato Rafa Nadal e per Andy Murray agli Australian Open, mentre la sorpresa della prima giornata del primo torneo Slam della stagione è l’uscita di scena di Ana Ivanovic, numero 5 del tennis mondiale. Nadal è rientrato nelle competizioni da questo inizio gennaio, dopo oltre due mesi di assenza per infortunio, ma è riuscito ad imporsi per 6/3 6/2 6/2, sul russo Mikhail Youzhny. Nel secondo turno il numero 3 del ranking affronterà lo statunitense Tim Smyczek. Lo scozzese Murray, numero 6, ha battuto per, 6/3 6/4 7/6 l’indiano Yuki Bhambri, e al secondo turno affronterà l’ australiano Marinko Matosevic, che ha vinto per 6/4 6/7 4/6 7/5 6/3 contro il russo Alexander Kudryavtsev.

Avanzata anche del ceco Tomas Berdych, n. 7 del mondo, per 6/3 7/6 6/3 contro il colombiano Alejandro Falla, mentre il bulgaro Grigor Dimitrov, n. 11 del mondo, si è imposto per 6/2 6/3 6/2, contro il tedesco Dusrtin Brown. Come detto, subito fuori invece la Ivanovic, tra le favorite del torneo, battuta per 1/6 6/3 6/2 dalla ceca Lucie Hradecka. La 27enne è apparsa deconcentrata e non al meglio della condizione fisica, dopo anche la sconfitta subita nella finale al torneo di Brisbane ad opera della russa Maria Sharapova, che debutterà oggi agli Open contro la croata Petra Martic. Eliminata nel primo turno anche la tedesca Angelique Kerber, numero 9 del mondo, superata per 6/4 0/6 6/1 dalla romena Irina-Camelia Begu.

Djokovic si rimette dall’influenza,  forfait  di Del Potro

Ma gli Australian Open non sono stati movimentati solo da questi match avvincenti, ma anche dall’influenza di Djokovic e dal forfait di Del Potro. La notizia del malessere del numero 1 del tennis mondiale è piombata come un fulmine a ciel sereno al Melbourne Park. Influenza gastrointestinale, secondo le prime informazioni, che aveva costretto Djokovic a saltare l’ allenamento dell’altro ieri. Poi, lo stesso fuoriclasse serbo ha speigato: “Ho avuto un paio di brutte giornate ma ora è tutto passato. Un po’ di raffreddore e influenza, lo stomaco… ma ora è passato“, assicurando che martedì sarà in campo regolarmente, contro lo sloveno Aljaz Bedene. Infatti il serbo ha già ricominciato ad allenarsi, sotto gli occhi dell’ex campione tedesco Boris Becker, suo attuale coach.
Per nulla scherzoso, invece, è apparso Juan Martin Del Potro nell’annunciare il suo ritiro, causato dal perdurare del problema al polso che l’ha fermato per quasi tutto il 2014, facendolo precipitare al numero 276 del ranking: “Non mi sentivo pronto per giocare un torneo così duro. Sarebbe stato il mio primo Slam dopo un anno e i match di cinque set sono molto impegnativi“, ha spiegato il 26enne argentino.

australian-open-2015-ana-ivanovic-300x225
Ana Ivanovic

Con Djokovic tra i favoriti, l’uscita della favorita Ana Ivanovic e senza Del Potro, iniziano gli Australian Open 2015, che vedranno incrociare le racchette dei 128 migliori e delle 128 migliori del tennis mondiale. Quest’anno i giocatori avranno, oltre alla Rod Laver e alla Hisense Arena, un terzo impianto: il campo intitolato a Margaret Court, dotato di copertura, con un avveniristico tetto retrattile che si apre e si chiude in meno di cinque minuti, per proteggere, in caso di necessità, giocatori e spettatori dal caldo e dai temporali dell’estate australe.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here