Agostino Moroni, grande sportivo e campione mondiale di arti marziali, è morto lo scorso 25 febbraio 2014 a Roma a causa di una malattia improvvisa. Tre titoli mondiali, di cui uno conseguito negli Stati Uniti d’America, dove si allenava con Bruce Lee e Danny Inosanto (maestro e grande amico di Lee). Di origine trasteverina, classe 1950, il padre militare lo indirizza già all’età di 5 anni alla disciplina delle arti marziali, più precisamente al Judo ottenendo già da subito le sue prime vittorie. Negli anni 70’ diventa Campione Italiano e Campione Europeo, viene notato da un manager americano che gli offre la possibilità di entrare nella nazionale degli Stati Uniti in quella che è la sua specialità principale : il Karate – Full Contact dove riesce a vincere quasi subito il primo titolo Mondiale al Madison Square Garden di New York.

Agostino-Moroni-campione-di-arti-marziali-è-morto-1
E’ morto Agostino Moroni campione di arti marziali

Una lunga carriera di quasi 10 anni per Agostino Moroni che ha vissuto e si è allenato negli Usa rimettendo in palio il suo titolo da imbattuto, combattendo ben 208 incontri con solo 6 sconfitte. E’ riuscito ad ottenere ed a battere un record al “Superkick Show”, (100 calci in un minuto sferrati all’avversario) subito prima di conseguire il secondo titolo Mondiale a Los Angeles. Nella sua carriera sportiva sempre in crescita e riconosciuta a livello internazionale, decide di allenarsi con Bruce Lee, icona massima delle arti marziali degli anni 70’ : si trasferisce infatti a Torance (U.S.A.) per ben 4 anni dove si allenerà nella palestra di Lee con l’amico di quest’ultimo, Dan Inosanto. A Torance, Moroni, apprenderà l’arte del combattimento che fu ideata dal grande Lee: il “Jeet Kune Do”. Spesso Agostino torna in Italia, dove apre una palestra dedicata interamente alle arti marziali, fino a quel momento poco conosciute, l’ A.R.P.A.M. (Associazione Romana Professionisti Arti Marziali). Negli anni 80’ Moroni ottiene il suo Terzo titolo Mondiale al PalaEur di Roma dove gli verrà attribuito il soprannome di “Full Contact Trasteverino”. Per promuovere la disciplina del Jeet Kune Do, organizza degli eventi spettacolari al Massenzio dove interverranno migliaia di spettatori che, oltre a seguire la filmografia di Bruce Lee (in gran voga nel corso di quegli anni) vedeva il Maestro Moroni concorrere a prove di “Ki” (prove di forza interiore ed energia interna), dove si cimentava in “rotture di mattoni” ed esercizi con macchine che nonostante gli passassero sopra il corpo, lo lasciavano assolutamente indenne da qualsiasi tipo di infortunio. Nel 1985 durante la “Notte dei Giganti” a Pescara, organizza una “competizione libera” chiamata “Free Fight”, oggi conosciuta come MMA (Mixed Martial Arts), fu il primo a portare l’evento in Italia insieme all’altra manifestazione organizzata a Brescia nel 2000 UFC (Ultimate Fighting Challenge) dove alcuni campioni combattevano chiusi all’interno di una gabbia ottagonale. Durante la manifestazione ben 2 allievi del Maestro Moroni giunsero in finale: Michele Verginelli e Giuliano Pierini. Agostino Moroni partecipò inoltre ad una serie di films come attore e come stunt, furono anni di onorata carriera con centinaia di allievi che diventeranno a loro volta quasi tutti pluricampioni internazionali. Tra i suoi allievi ricordiamo il pluricampione di MMA Michele “IronMike Verginelli”, il campione di Sanda Danilo Capuzzi, Alessio Scalambretti, Stefano Carloni, Fabio Gismondi, l’attore Claudio Del Falco Campione Europeo di Kickboxing, Andrea Rinaldi 4 volte campione nazionale, Massimo Luna, Gianni Ferrari ed i fratelli Pierini tutti pluricampioni di disciplina. Agostino Moroni, un grandissimo Maestro per tantissimi giovani che non smetteranno mai di amarlo. Nel 2010 Moroni riceve dalla Regione Lazio e dal Presidente del Coni, un Oscar per le arti marziali, “OLD Stars Of Martial Arts” . Oggi i suoi allievi lo vogliano ricordare con uno dei suoi famosi inneggiamenti a non mollare mai: «DAJEEEE! FORZA RAGAZZI…..vai con la grintaaaaaaa!»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here