Actor’s Planet 2015 – Presso l’Aula Magna dell’Ateneo Luiss in occasione della conclusione del Quarto Anno Accademico della Scuola di Cinema Actor’s Planet della regista Rossella Izzo, a seguito della proiezione del cortometraggio “Terapia” regia di Alex Infascelli, Giulio Manfredonia e Rossella Izzo, abbiamo assistito al “Premio Swarovski Actor’s Planet“, dedicato a “30 ore per la vita“, condotto da Lorella Cuccarini e dalla padrona di casa Rossella Izzo.

All'Actor’s Planet 2015 il Premio Swarovski alle eccellenze della regia
Actor’s Planet 2015 Premio Swarovski : Rossella Izzo e Lorella Cuccarini

Actor’s Planet 2015, Premio Swarovski: premiate le eccellenze della regia teatrale, cinematografica e televisiva

Actor’s Planet 2015 – Il Premio è nato come contribuito a fare la storia italiana del cinema, del teatro e della televisione. Rossella Izzo anche quest’anno ha dato vita ad un parterre di spettatori d’eccezione tra i quali sono state premiate le eccellenze della regia teatrale, cinematografica e televisiva Maria Rosaria Russo e Giulio Manfredonia che ha affermato di essersi particolarmente divertito nel lavorare con dei giovani ragazzi in cui ha riscontrato entusiasmo e talento, come da lui dichiarato: “è stato come un rientro al liceo“.

Altri personaggi sono stati Lucio Presta, il quale ha esordito ironicamente: “Mi trovo meglio a lavorare con le donne, tant’è che mi sono portato il lavoro a casa“, sua moglie Paola Perego, Serena Autieri che dichiara: “Muoio per lavorare con Lorella, ma non mi piace parlare del futuro“. Un altro premio è stato consegnato a Simona Izzo che ha deciso di dedicarlo alla sua “quinta sorella” Monica Scattini ricordandola come la maestra di Actor’s Planet. Inoltre c’è stato un particolare momento emozionante dedicato all’attrice Monica Scattini che avrebbe dovuto collaborare con i ragazzi della Scuola di Cinema Actor’s Planet. Ad essere premiato è stato anche Giulio Berruti, ma non presente in aula.

I premi consistenti in prodotti della nota Major Swarovski, sono stati consegnati da promettenti attori e attrici che si sono già distinti per le loro performance: Beppe Convertini, Simona Borioni, Elisabetta Pellini, Francesco Monte, Sergio Arcuri, Ricky Tognazzi e Myriam Catania.

Un premio speciale spetta a Lorella Cuccarini per il suo talento, simpatia, fascino, bravura e straordinaria capacità nell’interpretare vari personaggi. Lorella coglie l’occasione di questa serata per dedicarla al progetto “30 ore per la vita” che mira a raccogliere fondi destinati alla ristrutturazione del reparto medico di oncologia pediatrica di Roma.

Prima di chiudere l’evento sono state consegnate da Roberto Ciufoli, Daniela Poggi e Francesca Rettondini, che dichiara di voler far piccoli film con dei giovani ma bravi ragazzi, tre borse di studio ai tre giovani attori del cortometraggio “Terapia”: Matilde Biagini, Carlo Gavazzi e Roberto Torri.

Lo scopo dell’appuntamento è di dare vita ad un momento di incontro tra i più grandi operatori del settore, un’occasione di dialogo e riflessione sul mondo dello spettacolo italiano e offrire un riconoscimento “scintillante” ad alcuni dei maggiori interpreti del settore del nostro tempo, grandi personaggi legati dalla stessa voglia di dimostrare che i sogni possono diventare realtà e come ha consigliato il regista Giulio Manfredonia: “Non mollate, insistendo insistendo qualcosa succede!“.

Credito foto by Fabrizio Bettinelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here