La 23esima giornata di campionato è terminata e le sorprese non sono mancate neanche questa volta, infatti, ci sono stati dei risultati completamente diversi rispetto ai pronostici. Facendo un passo indietro, sabato pomeriggio il turno è iniziato con Sassuolo – Fiorentina: il match è stato portato a casa dai toscani che hanno vinto 3-1. La squadra viola è andata in vantaggio con il nuovo acquisto Salah al trentesimo del primo tempo, dopo al 32esimo è arrivata la rete di Babacar, che alla fine al minuto diciassette del secondo tempo ha segnato il terzo gol. Al 22esimo i neroverdi hanno realizzato il gol della bandiera con Berardi. La sera, invece, inaspettatamente il Napoli è caduto allo stadio Barbera contro il Palermo. I rosanero hanno rifilato ben tre gol alla squadra partenopea: a sbloccare il risultato è stato Lazaar al 14esimo, il secondo gol è stato di Vazquez al minuto 36; infine Rigoni ha chiuso definitivamente il match al 65’ st. Gabbiadini per il Napoli, comunque, è riuscito a realizzare un gol all’82esimo, che però è arrivato troppo tardi per evitare la sconfitta degli azzurri.

inter-rete-guarin
L’inter travolge l’Atalanta e guadagna 3 punti con uno strepitoso Guarin

23esima giornata di serie A: Milan, Roma e Juve pareggiano

23esima giornata di serie A -Il Milan è sceso in campo domenica alle 12.30 contro l’Empoli (1-1), i rossoneri sono andati in vantaggio con la rete di Destro nel finale del primo tempo. Ma al minuto 69 della ripresa i toscani hanno trovato il pareggio con Maccarrone. Un risultato amaro per i milanisti che sono stati fischiati in casa dai loro tifosi. La giornata è andata avanti anche alle tre con un ricco menù: Chievo – Sampdoria, Atalanta – Inter, Roma – Parma, Udinese – Lazio, Genoa – Verona, Torino – Cagliari.
Il Chievo è riuscito a vincere con la Sampdoria (2-1), quest’ultima quasi in crisi dopo il pareggio della scorsa settimana: i veronesi hanno segnato con Izco al secondo minuto del primo tempo; dopodiché Meggiorini ha ottenuto il raddoppio per la sua squadra al minuto 39. Durante il secondo tempo Mihajlovic ha fatto entrare Muriel che ha trovato la rete accorciando, anche se inutilmente, il risultato al 92esimo. Una domenica interessante è stata quella dell’Inter che ha travolto l’Atalanta 4-1: il primo marcatore nerazzurro è stato Shaqiri al minuto due, dopo è arrivato il pari dei bergamaschi con Moralez al 27esimo. Alla fine la squadra di Mancini si è scatenata, complice anche l’espulsione di Benalouane all’ottavo della ripresa per l’Atalanta, a partire dai gol di Guarin (protagonista incontrastato dei nerazzurri) al 37esimo e al minuto 18 del secondo parziale. Infine Palacio al 27esimo della ripresa ha segnato l’ultima rete interista.
La Roma ha pareggiato allo stadio Olimpico con il Parma: i giallorossi non hanno trovato la vittoria nemmeno con l’ultima in classifica e non hanno potuto approfittare del pareggio dei bianconeri. I ragazzi di Garcia ha lasciato il campo con il risultato di 0-0 contro la formazione di Donadoni, che ha portato via un punto importante.
L’altra squadra romana invece ha vinto in trasferta in casa dell’Udinese 1-0. Il gruppo di Pioli si è imposto conquistando i tre punti grazie alla sola rete di Candreva, ex della partita, siglata su rigore al minuto 23. Inoltre allo stadio Marassi c’è stata una vera e propria valanga di gol. Genoa – Verona, infatti, è finita 5-2: i rossoblù sono andati in vantaggio grazie all’autogol di Agostini al decimo, al tredicesimo è arrivato anche il raddoppio con Niang. Quest’ultimo ha realizzato anche la terza rete dei liguri (al 29esimo), anche se nel frattempo il Verona aveva ridotto il distacco con il gol di Toni. L’attaccante della squadra veneta ha realizzato il secondo gol al 57esimo della ripresa. Ma alla fine il Genoa ha chiuso la pratica con Bertolacci e Perotti (al 66esimo e all’85esimo).
1-1 è terminata invece Torino – Cagliari, la squadra granata dopo quattro vittorie molto importanti in casa non è riuscita a fare meglio del pareggio. I sardi hanno sbloccato la partita con il gol di Donsah al 34esimo, però passato solo un minuto è stato El Kaddouri per i piemontesi ad azzerare lo svantaggio. Infine, l’ultima gara del fine settimana è stata quella tra Cesena e Juventus: il risultato è stato sorprendente perché come il Parma contro la Roma, anche la penultima è riuscita a strappare un punto alla prima in classifica. Il Cesena è passato avanti con Defrel al 17esimo, ma intanto la risposta bianconera non ha tardato ad arrivare tramite la rete di Morata al 27esimo. Poco dopo è stata la Juve ad andare in vantaggio al 33esimo con Marchisio, ma nella ripresa la squadra di Di Carlo ha continuato a sperare e, infatti, a quel punto è arrivato il 2-2 di Brienza al 25esimo. Nel finale Vidal ha buttato via l’occasione di vincere, sbagliando il calcio di rigore concesso alla sua squadra intorno al minuto 35.

La classifica e le gare della 24esimo giornata di campionato

Ecco allora la classifica in seguito alle dieci partite del week end di campionato appena trascorso: Juventus 54, Roma 47, Napoli 42, Fiorentina 38, Lazio 37, Genoa e Sampdoria 35, Palermo 33, Inter e Torino 32. Dopodiché seguono Milan 30, Sassuolo 29, Udinese 28, Empoli – Chievo – Verona 24, Atalanta 23, Cagliari 20, Cesena 16, Parma 10.
La 24esima giornata arriverà subito da venerdì 20 alle 20.45 con Juventus – Atalanta, sabato sera giocheranno Sampdoria e Genoa. Domenica 22 alle ore 15 ci saranno: Empoli – Chievo, Verona – Roma, Lazio – Palermo, Milan – Cesena, Parma – Udinese. Alle 20.45 la Fiorentina si scontrerà con il Torino e lunedì terminerà il turno con le ultime due partite: alle 19 Napoli – Sassuolo, e alle 21 Cagliari – Inter.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here