La diciottesima giornata di campionato è terminata e già si tirano le somme. La Juventus ha vinto in trasferta contro il Napoli è ha avuto modo di allungare leggermente sulla Roma. La lotta per il terzo posto è ancora aperta a molte squadre, mentre in fondo alla classifica peggiora la situazione per le solite formazioni. Il turno è iniziato con la gara tra Sassuolo e Udinese finita in parità 1-1: segnano da un lato Zaza per i neroverdi al minuto 15 e dall’altro Thereau per i friulani al minuto 26.

francesco-totti-selfie-partita-Lazio-Roma
Roma-Lazio 2-2 Doppietta di Francesco Totti con selfie finale

Campionato di calcio: 18esima giornata di Serie A

Il sabato sera è stato dedicato a Torino e Milan finita sempre 1-1 con i gol di Menez al terzo minuto del primo tempo e Glik all’81esimo. All’ora di pranzo domenica 11 l’Inter si è presa i tre punti vincendo 3-1 contro il Genoa. Al dodicesimo Palacio ha portato in vantaggio i nerazzurri, poi è arrivato anche il raddoppio con Icardi al 39esimo. Nel secondo tempo sul finire della partita prima i genoani hanno accorciato con Izzo al minuto 85 però all’89esimo Vidic ha chiuso i conti per la squadra di Mancini.
Alle 15 il menù calcistico è stato ricco di reti e di numerosi colpi di scena: Atalanta – Chievo è finita 1-1, a Bergamo i padroni di casa sono andati avanti con il gol di Zappacosta al 72esimo; allo scadere della gara Lazarevic ha pareggiato i conti per i clivensi (90’).
Il Cagliari ha vinto in casa contro il Cesena 2-1 permettendosi di poter prendere un sospiro di sollievo dopo il cambio di panchina. Joao Pedro ha segnato la prima rete dei sardi all’undicesimo, al 27esimo è arrivato poi il gol di Donsah. Alla fine al minuto 88 alaa rete di Brienza ha regalato per poco la speranza al Cesena di poter agguantare il pari.
Allo stadio Ferraris la Sampdoria ha vinto di misura contro l’Empoli grazie al gol realizzato dal brasiliano Eder (49esimo). Valanga di gol è giunta, invece, dallo stadio Franchi nella partita tra Fiorentina e Palermo; la squadra viola ha conquistato con fatica i tre punti contro la squadra siciliana, che sta dimostrando di essere la vera rivelazione della stagione. Pasqual per i fiorentini ha segnato al ventesimo, Basanta poi ha siglato la rete del 2-0 (52esimo). Dopodiché i rosanero hanno ridotto le distanze con Quaison al 59esimo, realizzando dopo la personale doppietta al minuto 61.
La squadra di Montella non si è arresa e si è riportata nuovamente avanti prima 3-1 grazie a Cuadrado al 64esimo, e poi con Joaquin al 4-1. Alla fine la formazione siciliana ha realizzato il terzo gol con il rigore calciato da Belotti, che però non ha permesso agli uomini di Iachini di ottenere il pari.
A Verona la squadra di Mandorlini ha sconfitto il Parma sempre più in crisi nera: Sala al 39esimo ha portato in vantaggio i padroni di casa, che però al minuto 63 del secondo tempo sono stati raggiunti dagli avversari con Lodi. La partita però è cambiata al 72esimo con la rete di Toni ed è finita completamente con la terza rete dei veronesi con Valoti (91’).

Roma-Lazio 2-2: Francesco Totti si fa un selfie sotto la curva

L’ultimo match pomeridiano è il derby della Capitale: Roma-Lazio finisce 2-2; offrendo soprattutto parecchie emozioni alle due tifoserie. I biancocelesti, infatti, avevano assaporato già la vittoria contro i cugini romanisti, poiché avevano chiuso il primo tempo sul 2-0. La formazione di Pioli era andata avanti con i gol del Capitano Mauri e con il gioiellino laziale Felipe Anderson (25’ e 29’). La partita però si è ribaltata completamente nella ripresa quando uno scatenato Francesco Totti ha realizzato il 2-1 al 47esimo e ha agguantato il pareggio al 64esimo. Il Capitano della Roma è finito al centro dei riflettori per la particolare esultanza: dopo la seconda rete sotto la curva sud si è fatto un selfie con il suo telefono portatogli da un preparatore giallorosso.
Infine l’ultima partita è stata quella della domenica sera tra Napoli e Juventus, il bis della finale di Coppa Italia dello scorso dicembre; stavolta però a vincere è stata la squadra bianconera (1-3). I ragazzi di Allegri hanno segnato il primo gol al 29esimo, ma nel secondo tempo si sono fatti raggiungere dalla rete partenopea di Britos (64’). Il finale è stato tutto della Juve che prima è tornata nuovamente in vantaggio con Caceres (69’) e poi ha chiuso definitivamente la pratica al San Paolo con Vidal nei minuti di recupero.

La classifica e il prossimo turno di campionato

La situazione in classifica perciò è cambiata nuovamente, tranne che per le prime posizioni: la Juventus resta al comando con 43 punti, Roma 40, Lazio 31, Napoli e Sampdoria 30, Fiorentina e Genoa 27. Il Milan passa a 25 punti, seguono insieme Inter e Palermo 25, 24 il Sassuolo, 23 l’Udinese, 21 il Verona, 19 il Torino, 18 l’Empoli. Atalanta e Chievo hanno 17 punti, il Cagliari 15 e in coppia alla fine Parma e Cesena a 9.
Sabato 17 e domenica 18 si giocherà quindi l’ultima partita del girone di andata: alle 18 ci sarà Empoli – Inter, e alle 20.45 Palermo-Roma. Alle 12.30 domenica si sfideranno Lazio e Napoli, poi alle 15: Cesena – Torino, Chievo – Fiorentina, Genoa – Sassuolo, Milan – Atalanta, Parma – Sampdoria, Udinese – Cagliari e infine alle 20.45 Juventus – Verona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here