Si presume che Dolce e Gabbana siano i fautori di un’evasione fiscale di circa un miliardo di euro, per questo motivo il pm di Milano Gaetano Ruta ha chiesto una condanna di 2 anni e 6 mesi per gli stilisti. La frode consisterebbe nella creazione di una società, la “Gado” lussemburghese, proprietaria dei 2 marchi italiani. La gestione della società permetteva ingenti “risparmi fiscali” con conseguente evasione fiscale. Luciano Patelli, il commercialista definito ‘istigatore del piano illecito’, ha suggerito e facilitato ai due stilisti la creazione della società ai puri fini evasivi. Per questo motivo la pubblica accusa ha chiesto il carcere per Dolce e Gabbana e per Luciano Patelli.

Dolce e Gabbana: Gli stilisti rischiano condanna a 2 anni e 6 mesi per evasione fiscale
Dolce e Gabbana: Gli stilisti rischiano condanna a 2 anni e 6 mesi per evasione fiscale

Secondo gli inquirenti l’evasione fiscale sarebbe stata di circa 416 milioni di euro per ciascuno dei due stilisti e a cui vanno aggiunti altri 200 milioni di euro di un presunto imponibile evaso in relazione alla societa’ Gado. I due stilisti in sostanza dovranno anche rispondere di omessa dichiarazione. Una cosa è certa, prima o poi Dolce e Gabbana dovranno risolvere il contendere con l’Agenzia delle Entrate come tutti i comuni mortali.

FISCO: PM CHIEDE CONDANNA PER STILISTI DOLCE E GABBANA

LASCIA UN COMMENTO