Il Signor Attilio Mastromauro ha compiuto 101 anni pochi giorni fa ed è il fondatore del pastificio Granoro. Inizia la sua attività nel 1967 e precisamente il 21 gennaio. Pensate… ancora si reca nella fabbrica tutti i giorni dalla mattina alla sera, grande tempra pugliese, uomo di una volta, stacanovista ama definirsi un pensatore creativo senza fine. Ha ricevuto il sigillo d’oro dal rettore dell’Università degli Studi Di Bari Antonio Uricchio. Ha dedicato la sua vita alla pasta e alla fabbrica, non trascurando però la famiglia. Le sue due figlie Marina e Daniela, oggi proprietarie dello stabilimento, erano accanto al loro papà durante tutta la cerimonia.

Al fondatore del Pastificio Granoro il premio Sigillo d'oro
Al fondatore del Pastificio Granoro il premio Sigillo d’oro

In occasione dei cent’anni del Signor Mastromauro la trasmissione televisiva di Rai uno “la Vita in Diretta “lo scorso anno gli ha dedicato un servizio dove lui si è divertito a raccontare alcuni aneddoti curiosi sulla nascita della sua azienda. Uno di questi è stato chiedere consiglio su come doveva comportarsi con il pastificio addirittura a Padre Pio, che gli consigliò di andare avanti, dicendogli testuali parole “fallo figliolo”. Il marchio Granoro è oggi presente in più di cento paesi, e la pasta è quotidianamente cucinata in Canada, America, Australia e anche Giappone e Cina che hanno scoperto da poco questo prodigio culinario tutto italiano. Il sigillo d’oro ha tenuto a precisare il rettore è stato conferito al Signor Mastromauro come riconoscimento per l’impegno e la passione che ha saputo mettere nei prodotti e nella produzione per tutta la sua vita, non dimenticando la sua grande regione “la Puglia” e, soprattutto per la sua capacità di esportare i nostri prodotti e farli conoscere al mondo come il meglio del Made in Italy. Che cosa dire di fronte a tanta volontà e determinazione…Auguri da tutti noi.

LASCIA UN COMMENTO