Nella splendida cornice di Palazzo Ferrajoli di Piazza Colonna a Roma si è tenuta la presentazione dell’istant book che racchiude i momenti più importanti di Stelle Del Sud, la manifestazione organizzata a Camigliatello Silano dal movimento culturale ASSUD, presieduto dall’ingegnere Andrea Guccione che è volta a valorizzare e promuovere iniziative per lo sviluppo socio-economico del Mezzogiorno d’Italia.

Stelle del Sud 2014: Evento Assud al Palazzo Ferrajoli di Roma
Stelle del Sud 2014: Evento Assud al Palazzo Ferrajoli di Roma

Nell’istant book della quarta edizione di Stelle del Sud, organizzatori, premiati e ospiti hanno voluto raccontare, attraverso brevi messaggi, impressioni ed emozioni della kermesse svoltasi dal 29 al 31 agosto.Il tutto corredato da foto dei protagonisti e anche dei testimonial della campagna #stringiUnNodoPerIlSud in cui, ognuno nel proprio ambito, si è impegnato a fare qualcosa di concreto per il Mezzogiorno.

Con Stelle del Sud, attraverso l’identificazione e il riconoscimento delle eccellenze del nostro meridione, vogliamo ridare a quelle migliaia di giovani che hanno scelto, nonostante tutte le difficoltà, di restare nel Mezzogiorno la speranza che sia ancora possibile costruire una società equa, basata sulla giustizia sociale, sul merito, sulla professionalità e sull’integrità morale”.

Con queste parole, in sintesi, Andrea Guccione ha esposto i motivi che lo spingono ad impegnarsi e promuovere un Sud positivo. E per l’occasione la sfavillante Claudia Andreatti, conduttrice di Raiuno e miss Italia 2006, ha intervistato l’ingegnere Guccione focalizzando l’attenzione sulla sua ultima fatica letteraria, “Consuma Meridionale”, edito da Imprimatur. Nel libro, Guccione ripercorre le storie esemplari di sei aziende, una per ogni regione del Sud, che testimoniano, con i loro successi, di avercela fatta e che rappresentano il made in Italy nel mondo con un nuovo atteggiamento culturale di responsabilità e amore per il territorio. Questa l’ideale ricetta dell’autore per lo sviluppo per il Sud: “Con il consumo prevalentemente meridionale di beni, servizi, infrastrutture materiali e immateriali, il Mezzogiorno potrebbe trattenere una quota considerevole del Prodotto interno lordo che, invece, sistematicamente “emigra” verso il Nord Italia o verso l’estero.

All’evento romano hanno partecipato tanti volti noti della televisione, del giornalismo e della politica. C’erano il sottosegretario Cosimo Ferri, gli onorevoli Francesco Paolo Sisto, Ignazio Abrignani, Nicodemo Oliverio ed Ernesto Magorno, l’ex sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo, l’onorevole Peppino Acroglianò, presidente di C3 International, la giornalista Giancarla Rondinelli, cronista politica di Porta a Porta, Andrea Pancani di La7, Giuseppe Malara e Cristina Guerra del tg1, Sarina Biraghi, condirettrice de “Il Tempo”, Carlo Puca di Panorama, Tommaso Martinelli e Luigi Miliucci, firme del settimanale Vero, il professor Vincenzo Pepe, gli avvocati Cataldo Calabretta e Angelo Maietta.

Non sono mancate le bellissime della tv italiana: Elena Ossola, per diversi anni volto de “L’eredità” di Raiuno, l’attrice di “CentrovetrineEmanuela Tittocchia, la conduttrice di Rai Gulp Carolina Rey, l’attrice e presentatrice Fanny Cadeo, l’esilarante Barbara Foria e la talentuosa cantante Sara Galimberti. Come da tradizione il presidente di Assud Andrea Guccione, al termine dell’iniziativa ha salutato i presenti con la speranza di continuare questo percorso insieme:

Il Sud che la può fare. Ce la possiamo fare, partendo dalle nostre eccellenze. Al Sud non serve il lamento storico dei presunti torti subiti così come non sono bastati i miliardi piovuti da Roma e dall’Europa. Occorre un cambio di mentalità, del senso del vivere e della società, una nuova cultura del cittadino-consumatore e dell’impresa”.

LASCIA UN COMMENTO