Dopo le varie puntate per le selezioni dei concorrenti, ieri sera è finalmente cominciata la quinta edizione di ‘X Factor 2011’, la prima targata SkyUno. La serata si è svolta in diretta dal teatro della Luna e ci ha riservato un bello spettacolo in cui la musica è stata messa al centro dell’attenzione.   L’inizio della serata è affidato ai dodici ragazzi protagonisti del talent che intonano ‘Pride (in the name of love)’ di U2 e danno vita ad una performance ‘corale’ suggestiva, messa in risalto da uno straordinario gioco di luci sul palco.


Il conduttore Alessandro Cattelan è in forma e conosce bene il campo della musica, non tradisce alcuna emozione e conduce in maniera sicura e pacata, senza ‘colpi di testa’ e soprattutto senza fronzoli.  Il pensiero corre, chiaramente, a chi l’ha preceduto (Franscesco Facchinetti). Le tre giovani cantanti curate da Simona Ventura (categoria Under 24 Donne) forniscono tutte delle prove straordinarie.  Come previsto, Nicole mette i brividi, e anche Francesca convince.  Tuttavia, chi riceve i più grandi consensi da parte della giuria è Jessica Mazzoli, che presenta ‘Caffè nero bollente’. I giudici ne tracciano un ritratto ‘gotico’: “Sei rapita da un demone…” (Morgan), “Hai un fegato di rara…. di rara.” (Arisa, che non trova le parole), l’ospite Miguel Bosè: “Io penso che tu sia posseduta…. dalla cosa più grande del mondo, l’arte”. Ma è Morgan che, evidentemente turbato dalla performance della sarda, stupisce: “Sono abbastanza innamorato”.


Alla fine delle dodici esibizioni, Rahma, l’interprete meno votata della prima manche, (che poi uscirà, con tre ‘no’ e un ‘sì’, quello della sua giudice Arisa) si scontra con Le 5, il gruppo meno votato della seconda. C’è un particolare curioso: la performance della cantante e quella del gruppo sono state le ultime di ciascuna manche, e il televoto è stato chiuso dopo la fine di ognuna. Lo fa notare Arisa, molto indispettita dal fatto che la sua cantante sia finita al ballottaggio. Anche Rahma prova timidamente a farlo notare, ma Cattelan spiega che, dopo cinque edizioni, il meccanismo del programma è più che rodato. Non è una novità, i primi sono sempre avvantaggiati, però forse si dovrebbe cercare di ovviare al problema, almeno fin quando i cantanti devono farsi conoscere dal pubblico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here