Questa sera torna The Voice, il talent show di Rai 2 giunto alla sua terza edizione. Coach speciali di quest’anno Francesco e Roby Facchinetti, che condivideranno praticamente tutto, dalla poltrona, alle decisioni e al team che andranno a comporre. Padre e figlio sono dunque pronti a dare il via a questa nuova avvenuta insieme.

Torna "The Voice" su Rai Due con Francesco e Roby Facchinetti
The voice of Italy terza edizione con Francesco e Roby Facchinetti

Francesco e Roby Facchinetti pronti per The Voice: “La nostra abilità sta nel condividere in un minuto e mezzo un unico parere

I due sono grati a Raffaella Carrà per aver lasciato loro il suo posto, dedicandosi al talent non troppo fortunato “Forte forte forte“. Un riferimento scherzoso ad esso è stato fatto anche da Francesco stesso:

“Raffaella ha avuto proprio un’idea forte forte forte di lasciarci la possibilità di venire a The Voice. Per farci perdonare dalla Raffa nazionale, stiamo imparando tutte le sue canzoni a memoria, adesso siamo a Ce la farò, nella versione di otto minuti, forse la faremo fare a un cantante.”

Per quanto riguarda invece Roby, in merito all’argomento Carrà, il cantante ha detto:

“È una bella eredità, la Carrà è un personaggio popolare e televisivo, sotto questo aspetto noi stiamo prendendo il suo posto, abbiamo questo “problema”, oltre a quello di dividervi la poltrona. Ma non è prioritario, per noi conta di più portare avanti il nostro ruolo nel migliore dei modi, sappiamo che è un ruolo speciale, di responsabilità di prendere decisioni  in 90 secondi. Diciamo grazie alla Carrà per aver liberato questo posto, altrimenti noi non saremmo qui.”

Francesco e Roby Facchinetti eredi della Carrà in The Voice

Risoluti e coscienti di non poter tradire le aspettative, dunque, i due si apprestano al debutto di stasera. Come hanno spiegato a Radiocorriere Tv, sono avvantaggiati nelle scelte dal loro legame padre-figlio ma anche dalle loro esperienze differenti sia nella vita che nella musica:

“I nostri gusti musicali mediamente coincidono, ma cerchiamo di guardare oltre concentrandoci soprattutto sulle qualità vocali e interpretative dei concorrenti. Il nostro parere è la somma di due esperienze e percorsi musicali molto distinti e ramificati che ci permettono di coprire la maggior parte dei generi musicali contemporanei, così riusciamo ad ottenere un parere di una certa autorevolezza. Per avere un concorrente nel nostro team? Occorrono capacità vocali e originalità, sia timbrica che interpretativa.”

Staremo duque a vedere se la loro squadra sarà quella vincente o meglio se riuscirà a scovare il prossimo vincitore dello show. Chissà cosa ne dirà invece il pubblico di questa nuova coppia di giudici. E, alla luce delle tante polemiche tra loro, ci domandiamo anche se Fedez non ci metterà bocca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here