The Voice 2016: Sta per tornare in tv un grande talent show, si tratta di “The Voice of Italy”. La quarta edizione del programma, creato da John De Mol, prenderà il via mercoledì 24 febbraio in prima serata su Rai Due con il nuovo quartetto di coach ovvero Raffaella Carrà, Emis Killa, Dolcenera e Max Pezzali, e sarà guidato dal conduttore Federico Russo in compagnia della nuova V-Reporter, Angelina.

Sarà questa, sicuramente, una stagione carica di novità. La conferenza stampa di presentazione del programma The Voice of Italy 2016 ha lasciato non poche sorprese. “Sono molto felice di essere ancora qua su questo palco, che dà tante chance” ha dichiarato il conduttore Federico RussoDa questo palco sono usciti tanti talenti che non è che devono spaccare il giorno dopo, c’è bisogno di tempo”. Russo ha notato che quest’anno c’è un po’ di cambio generazionale grazie alla presenza di tanti Under 18.

Torna in tv "The Voice of Italy 2016": La presentazione
The Voice 2016 of Italy 

Non volevo fare televisione quest’anno ma onestamente per The Voice ho un grande debole, sono nata con lei” ha dichiarato un’emozionata Raffaella CarràVorrei avere la soddisfazione che qualche ragazzo, non necessariamente della mia squadra, assurga al successo sostenuto dalla Rai, sostenuto da Sanremo. Gli altri coach sono tre persone intelligenti, con le persone intelligenti si può fare umorismo, mi prendono in giro, li prendo in giro“.

Dolcenera in televisione, non solo a cantare dopo 10 anni, in cui e la tv ci siamo in qualche modo evitati, come due fidanzati che si lasciano e si prendono dal tempo” ha dichiarato invece DolceneraQuando ho saputo che i coach erano loro mi sono tranquillizzata molto, questo è stato uno dei motivi per cui ho deciso di fare the Voice. Max è buono ed onesto; la Carrà è una vera star, sincera; Emis Killa è intelligente e ha senso dell’ironia“.

A parlare è poi Max Pezzali: “Per me la cosa fondamentale da comunicare riguardo a questa esperienza è il privilegio di far parte di una squadra incredibile. Non avrei mai pensato di entrare in questi studi e vedere un’organizzazione così complessa, articolata“. Il coach poi sottolinea le dinamiche del programma di “gioco” che l’hanno convinto.

Infine, a parlare ecco Emis Killa: “Non avrei mai pensato di trovarmi in un programma di successo. Sono molto contento, malgrado le ansie“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here