Siamo di fronte al fenomeno “The Pills“. Sono semplicemente tre ragazzi, Matteo Corradini, Luigi di Capua e Luca Vecchi, che hanno ideato una sit-com la quale impazza da tempo su Youtube. Gli autori e attori di questa miniserie da milioni di click sono questi tre trentenni romani diventati famosi grazie alle battute inscenate intorno ad un tavolino, quattro sedie Ikea e una macchinetta del caffè: “Abbiamo iniziato a casa, a Tor Bella Monaca, usando delle comparse, amici, zii e parenti vari” hanno confessato i tre. A dimostrazione del fatto che far divertire la gente non è impresa facile, ma loro ci stanno riuscendo con veramente poco. E per loro è arrivata subito una grande opportunità. Approdare in tv grazie all’offerta del produttore Matteo Rovere, che ha promosso Matteo, Luigi e Luca su Italia 1. “Ci hanno fatto anche altre proposte, che abbiamo rifiutato. Volevano che abbandonassimo la rete web, lanciando la serie solo in tv. E noi non siamo d’accordo” – ha confessato Luigi di Capua.

The Pills: Matteo Corradini, Luigi Di Capua e Luca Vecchi dal web alla tv
The Pills, la web serie sbarca in tv su Italia 1

I tre ragazzi sono stati ospiti a “Le Iene” per sponsorizzare l’esordio televisivo della loro creazione, esordio che è avvenuto proprio dopo la diretta del programma condotto da Ilary Blasi e Teo Mammucari. Il primo appuntamento è andato in onda ieri 8 maggio alle 23:30 mentre il secondo sarà trasmesso il 9 maggio sempre in seconda serata su Italia 1. Il trio è riuscito a conquistare il web, in particolare la fascia d’eta dai 20 ai 40 anni, e si augura di piacere anche al pubblico della televisione, ma i ragazzi non si definiscono comici: “Non siamo comici – ammette Luigi – E tantomeno siamo un trio alla Aldo, Giovanni e Giacomo – ribadisce Luca – Abbiamo iniziato in modo amatoriale e poi è arrivata la proposta“. Dalle Hogan vietate se si vuole essere “underground” in alcuni quartieri romani come il Pigneto al concetto di “turbofregna“, “una fregna con un motore” spiegano passando per la generazione dei giovani negli anni subito dopo l’Università. Questi sono solo alcuni dei punti che toccheranno negli episodi che vedremo. Ma come è nata l’idea dei “The Pills”? Luca Vecchi ammette: ” L’idea all’inizio è stata mia. Abbiamo iniziato a casa a Tor Bella Monaca. Poi pian piano abbiamo visto che la serie piaceva e sono arrivate le prime proposte. Intanto noi siamo cresciuti e abbiamo lasciato alle spalle la scena amatoriale che utilizzavamo“. Insomma tre ragazzi che sono riusciti a realizzare da soli un progetto apprezzato da molti e ad affrontare, seppur in modo leggero, tematiche importanti. La prima puntata ha ottenuto ottimi risultati. Sono stati ben 637 mila i telespettatori, per la gioia del produttore Pietro Valsecchi della Taodue: “Un successo del talento e della creatività di tre ragazzi normali, capaci di passare dal web alla tv allargando la propria platea di spettatori“. Grande successo quindi anche sul piccolo schermo per Matteo Corradini, Luigi di Capua e Luca Vecchi che nel frattempo si preparano anche per il cinema. In cantiere infatti c’è un film sempre sullo stesso genere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here