Questa sera a Striscia la notizia Vittorio Sgarbi riceverà il Tapiro d’oro perché è stata messa in dubbio la sua attribuzione di un quadro. Secondo l’attapirato critico d’arte, un bozzetto che gli è stato recentemente sottoposto sarebbe da attribuire a Guido Reni e avrebbe un valore di 400.000 euro. Si tratterebbe infatti di un’opera preparatoria de “La caduta dei giganti” di Reni. Al contrario, la casa d’asta bolognese che pochi mesi fa ha provato a venderlo a 2.500-3.500 euro, sostiene che il bozzetto sarebbe da attribuire a Gaetano Gandolfi, incomparabilmente meno noto di Guido Reni e vissuto circa 150 anni dopo. Questa tesi è sostenuta anche dallo storico dell’arte Daniele Benati, che ha criticato Sgarbi e valutato l’opera 10.000 euro.

tapiro_sgarbi
Vittorio Sgarbi riceve il tapiro d’oro a Striscia la notizia puntata del 19 marzo 2015

Vittorio Sgarbi a Striscia la notizia: “Il Tapiro d’oro dovete portarlo a Benati

Sgarbi, intercettato a Milano da Valerio Staffelli, ha detto: «L’opera è assolutamente di Reni. Sbagliano quelli che l’hanno messo in dubbio». Ha poi aggiunto: «Benati è un diffamatore. Io curo la mostra “da Cimabue a Morandi” a Bologna. Tra me e lui c’è un contenzioso perché la mostra avrebbe voluto curarla lui. Il Tapiro d’oro dovete portarlo a Benati».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here