Tantissimi gli ospiti che ogni venerdì a partire dalle 23.30 su Canale 5 si alternano sulla poltrona del Grand Hotel di Piero Chiambretti, tornato alla grande con la sua ironia e irriverenza per scavare nella vita delle sue “vittime”. E venerdì 24 Aprile 2015, la vittima è stata davvero illustre e di un certo peso: ad entrare all’Hotel televisivo di Chiambretti è stato Rocco Siffredi, attore di film hard e ormai icona di un certo cinema. Intento dell’intervista, quello di far confessare al reduce dell’Isola dei Famosi 2015 qualche segreto e lato oscuro ancora ignoto.

rocco-siffredi-ospite-grand-hotel-chiambretti-puntata-24-aprile-2015
Rocco Siffredi ospite Grand Hotel Chiambretti puntata 24 aprile 2015

Rocco Siffredi al Grand Hotel Chiambretti: “Barbara d’Urso, una grande milf”

rocco-siffredi-ospite-grand-hotel-chiambretti-puntata-24-aprile-2015-foto-300x225
Rocco Siffredi si racconta al Grand Hotel Chiambretti

Chiambretti accoglie Rocco Siffredi con noti soprannomi come “Mr. Duracell” o “principe della patatina”, e non può che farlo con una sottile ironia: “Eravamo incerti se mettere due poltrone una per lei e una per il suo trottolino amoroso…ma visto che lo ha mandato in pensione…“. Ma Rocco non ci sta e precisa: “In pensione sul lavoro ma a mia moglie è da mo che gliel’ho dato“. Al centro dell’intervista naturalmente le donne, e in particolare si parla di quelle della televisione a cui Siffredi non direbbe di no. Nel suo mirino c’è infatti Barbara d’Urso, e alla domanda di Chiambretti se l’attore si concederebbe del sesso con lei, risponde: Alla grande. Una super donna, una grande Milf. Oggi vanno di moda solo le milf, donne che ti fanno divertire, ma che non hanno più l’inibizione sessuale di una volta“.

Rocco Siffredi: “riuscirei ad andare a letto con la Littizzetto…”

E sulla Littizzetto? Rocco non nasconde che un pensierino potrebbe anche farlo, e che li accomuna l’uso di un linguaggio audace: “La Littizzetto va dritta, ma se l’affronti un po’ troppo la destabilizzi. A me è successo di incontrarla e non le sono piaciuto molto. Se riuscissi ad andare a letto con lei? Per un film sì… sono un professionista e riesco a farlo con qualsiasi donna“.

Rocco Siffredi confessa: “Se non avessi fatto il pornostar, avrei fatto il prete”

La confessione più sconvolgente del pornoattore arriva però alla domanda di Chiambretti su quale lavoro avrebbe scelto di fare in alternativa Rocco Siffredi se la sua carriera non fosse decollata: “Se non avessi fatto il pornostar avrei fatto il prete come voleva mia madre. Ho fatto il chierichetto per tutta l’adolescenza. Il mio sogno sarebbe stato pilotale gli elicotteri o fare il pugile, ma ho problemi agli occhi…mi sono tolto la vista da ragazzino per eccessiva masturbazione….ho -12 diottrie all’occhio destro e -8 al sinistro…..”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here