Piero Pelù la rivelazione a Music: “La mia anima è stravolta!”

Il cantante Piero Pelù è stato uno degli ospiti della seconda puntata di Music, show di Paolo Bonolis. Ripercorse le origini della sua musica

Gossip Tv: la news. Nella seconda puntata di Music mercoledì 18 gennaio ospite il cantante Piero Pelù. Il cantante racconta a Paolo Bonolis…

Gossip Tv, news: Paolo Bonolis ritorna con il suo show Music. Il programma di prima serata si basa sulla musica e sulle storie personali dei cantanti ospiti, i quali cantano dal vivo le canzoni che hanno segnato la loro vita. Prevista un’altra puntata il prossimo mercoledì 25 gennaio. Tanti ospiti, intanto, si sono alternati nella puntata di mercoledì 19 gennaio.

Piero Pelù Music
Piero Pelù a Music

Tra gli ospiti della seconda puntata di Music anche il cantante Piero Pelù, che ha ricordato, come canzone della sua vita, Il pescatore di Fabrizio De André.

Piero Pelù ospite a Music nella seconda puntata mercoledì 18 gennaio 2017

Piero Pelù Paolo Bonolis Music
Piero Pelù e Paolo Bonolis a Music

Piero Pelù ha esibito la versione punk de Il pescatore, canzone celebre di Fabrizio De André. Al che Paolo Bonolis gli ha chiesto durante l’intervista: “Come mai questa scelta? Che rapporto avevi con Fabrizio?”

La sua risposta: “Ma guarda, è una questione di radici della musica italiana. La scrittura di grandi autori come De Andrè, Bennato, Finardi, Guccini fanno parte delle nostre radici, anche se poi è un po’ il rock anglosassone quello che fa la parte del leone. Io mi chiamo Pelù e non è un nome d’arte. Ma è il mio nome di famiglia che è originario delle Alpi Apuane.

C’è un romanzo bellissimo di Maurizio Maggiani, s’intitola Il coraggio del pettirosso, che invito tutti a leggere. E’ ispirato proprio ad una frase di una canzone di Fabrizio De André, dalla domenica delle salme il pettirosso da combattimento. C’è tutto un nesso che gira intorno alla musica, alla mia vita privata, alla mia infanzia, Jannacci, Dario Fo, il teatro, i Sex Pistols.

Faccio i conti con la mia anima e viene fuori una persona così stravolta che ringrazio i banditacci di aver suonato così bene. Il punk era un movimento che nasceva da uno spirito molto libertario e dopo qualche anno mi pare che si fosse un po’ annientato. E’ diventato a un certo punto solo un fenomeno di immagine, senza sostanza dentro”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.