Nell’ultima puntata di Kalispera Alfonso Signorini si racconta in un’intervista a cuore aperto, vedi video youtube, condotta dall’ospite Maria De Filippi.

“Essere cattolici e gay non è facile, non perché la chiesa non accolga i peccatori, Dio è accoglienza, è più mamma che papà. Ma è il fatto che ogni volta devi avere un confronto con il sacerdote che imbarazza sempre un po’”. Il direttore e giornalista si è lanciato poi in un ballo sfrenato con la conduttrice di Amici.
“Loro non sono contro gli omosessuali ma, anche nel caso delle persone etero, sono contrari al sesso fatto non per scopo riproduttivo. Ogni volta devi ammettere la tua colpa e chiedere scusa a Dio ma non lo vivo mai bene”.

Alla domanda sui quali siano i suoi sensi di colpa, Signorini aggiunge: “Il mio senso di colpa più grosso è quello di non aver detto ti voglio bene a papà e di non dire ti amo alle persone che amo. Non è mai troppo dirlo e io non riesco. E poi di me non sopporto che sono distratto con le cose materiali, che si riflette anche sulle persone che mi stanno vicine ho sempre il terrore di non dare loro il giusto valore”.
“E poi – ha proseguito – il senso di colpa interiore per essere omosessuale cattolico praticante. Dico le preghiere tutti i giorni, prima di dormire e appena alzato. Prego a modo mia recito anche le preghiere tradizionali. La mattina recito l’Ave Maria guardando gli uccelli che volano in cielo”, ha concluso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here