Ieri è andata in onda in prima serata su Canale 5, la terza edizione, condotta sempre da Gerry Scotti, di Io canto, lo show che offre la possibilità a giovani interpreti di valorizzare il proprio talento canoro. Buono l’esordio della trasmissione televisiva che ha superato i 4 milioni di telespettatori. La formula dello show, che è già diventato un grande classico di Canale 5, resta invariata. Ogni settimana, sotto la direzione artistica di Roberto Cenci, saliranno sul palco circa 30 giovani interpreti, provenienti da scuole e accademie di canto di tutta Italia, che si esibiranno dal vivo sulle note delle canzoni più note del repertorio musicale italiano ed internazionale.

Protagonisti assoluti del programma saranno un gruppo di giovani artisti esordienti ed alcuni dei beniamini delle scorse edizioni. Oltre a vivere l’emozione di salire sul palco e coltivare la passione per la musica, per i ragazzi che, di anno in anno, partecipano al programma, Io canto rappresenta un’esperienza di vita speciale in cui si stringono amicizie e s’impara a stare insieme.  Dalla prima puntata è ospite come guest star Benedetta Caretta, la ragazzina veneta che con ‘Insieme’ di Mina ha vinto la seconda edizione del programma e, dalla terza puntata (perché prima impegnato in un corso di perfezionamento musicale), salirà sul palco con la sua voce eccezionale anche Cristian Imparato, trionfatore della prima edizione.
Saranno i telespettatori, attraverso il televoto, a decretare la canzone vincitrice di ogni puntata.
Inoltre, è presente in studio una giuria di qualità, presieduta da Claudio Cecchetto e chiamata ad eleggere il miglior interprete della serata.
Ogni settimana non mancheranno tante star italiane e internazionali pronte a duettare con i piccoli artisti. La grande orchestra diretta dal maestro Maurizio Pica accompaga i ragazzi nell’esecuzione dei loro brani. Risate e buon umore sono garantiti dalle gag surreali di Gigi e Max. Io Canto ha due corpi di ballo: il primo formato da ballerini professionisti e il secondo composto da giovani ballerini emergenti.  E ancora, atlete di ginnastica ritmica di livello internazionale sono le protagoniste di alcuni momenti spettacolari.  Le coreografie sono curate da Antonio Baldes.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here