Dal libro alla tv. Il romanzo shock di Roberto Saviano, “Gomorra“, è diventato una serie tv. Sono 12 gli episodi trasmessi da Sky Atlantic e Sky Cinema, ogni martedì alle ore 21:10. Stasera infatti andranno in onda il terzo e quarto espisodio. E c’è grande attesa, visto che nel primo appuntamento della scorsa settimana ha fatto registrare dati di ascolto inaspettatamente molto alti con oltre 650.000 telespettatori. Sinonimo questo che i racconti duri e selvaggi di “Gomorra” non passano mai di moda. Dopo gli enormi successi, prima del libro e poi del film di Matteo Garrone, arriva un’altra conferma per quest’altra idea di Roberto Saviano, il quale ha rivelato in una recente intervista: “Mi sono reso conto che erano rimaste fuori tantissime vicende e che solo una serie tv avrebbe potuto raccontarle. L’impero delle organizzazioni criminali,la conflittualità, le contraddizioni non potevano essere comprese nell’ora e mezzo di un nuovo film“.

Gomorra-il-libro-di-Roberto-Saviano-diventa-anche-una-serie-tv-di-Sky
Gomorra su Sky Atlantic, la serie tv è tratta dal libro di Roberto Saviano

Quella di “Gomorra” per Saviano, se da un lato ha rappresentato il successo e un’enorme soddisfazione a livello professionale, dall’altro si è rivelata una condanna a vita. L’autore infatti, dopo l’uscita del romanzo che ha scioccato tutti,è costretto a vivere sotto scorta. La serie tv trasmessa da Sky racconta le vicende del clan dei Savastano, a capo del quale c’è Pietro (Fortunato Cerlino), un boss vecchio stampo, mentre accanto a lui troviamo il suo braccio destro, Ciro Di Marzio (Marco D’Amore). Nel cast troviamo anche Salvatore Esposito nei panni di Genny, il figlio di Pietro ed erede designato alla guida del clan, e Maria Pia Calzone, che è Imma la moglie del boss e prenderà il suo posto quando Pietro finirà in carcere. Tutto ruota attorno a fatti veri, infatti la trama è a metà strada tra reale e immaginario come conferma lo stesso Saviano: ” La fantasia è servita solo ad assemblare tanti fatti veri. I protagonisti sono ispirati a persone reali, anche se ognuno è l’insieme di diversi personaggi“. Per realizzare “Gomorra la serie” c’è voluto un grande sforzo da parte di tutti, della produzione in primis che ha impiegato 30 settimane di riprese e 156 location d’interni per metterla a punto. Milano, Barcellona, Roma e ovviamente Napoli sono solo alcune delle sedi dove sono state girate le scene. La sua importanza l’ha avuta il quartiere napoletano di Scampia: “Girare lì era fondamentale, perchè Scampia è protagonista, è come un attore, non è una quinta che puoi ricostruire. Quei palazzi, quelle scale, quel cielo sono il dna della serie“, sottolinea Saviano. Allestire il set a Scampia non è stato facile: ” Il primo incontro non è stato semplice ma abbiamo parlato alla gente: così le persone e le associazioni hanno sposato il progetto, hanno partecipato alle riprese, ci hanno protetto e fatto sentire a casa“, ha affermato uno dei tre registi Stefano Sollima. Sky infatti si è rivolta anche  a lui, lo stesso regista della serie “Romanzo Criminale“. Gli altri due sono Cristina Comencini e Claudio Cupellini. L’appuntamento è per stasera su Sky Atlantic alle 21:10 con una nuova puntata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here