Serata all’insegna della musica quella tenutasi il 1 Giugno 2014 all’Arena di Verona che ha visto Dario Fo conquistare il pubblico.A salire sul palco sono i grandi protagonisti dell’opera ma anche della musica internazionale: quest’anno ad esibirsi è stata Anastacia, reduce dal successo del suo singolo “Stupid Little Thing“. Grande spazio però anche agli artisti italiani: non poteva mancare Massimo Ranieri, dopo il grande show realizzato in collaborazione con la Rai “Sogno e son desto”, e anche Riccardo Cocciante, oggi grande rappresentante anche dell’opera moderna a teatro grazie al suo Notre Dame De Paris che ha conquistato tutto il mondo.

Dario Fo conquista l'Arena di Verona e difende Papa Bergoglio
Dario Fo recita Papa Francesco e conquista l’Arena di Verona

A condurre la serata Antonella Clerici, che ha avuto l’onore di ospitare sul palco un altro grande rappresentante della nostra arte nel mondo: Dario Fo infatti è stato tra i protagonisti che hanno maggiormente conquistato l’attenzione del pubblico in occasione di un suo breve discorso in difesa di Papa Bergoglio, allacciandosi anche un po’ alle tematiche delle serate su Rai Uno che lo vedranno protagonista de “Lu Santu Jullare Francesco”, in cui accosta il Papa alla figura di San Francesco. Il programma che riporta Fo dopo tanto tempo in televisione sarà trasmesso il 22 Giugno 2014.

Come mai tanta acredine verso quest’uomo venuto dall’altra parte del mondo, da un Paese spesso sconvolto da violenze e crisi economiche da apocalisse?Ma è semplicissimo perchè troppe volte in questo primo anno egli ha preso posizione contro il mondo degli affari e del grande business internazionale. In poche parole, ha accusato le banche e l’avidità dei poteri forti, fanatici del profitto a costo di far strage della dignità di chi arranca per sopravvivere”, ha detto l’attore premio Nobel conquistando non solo il fragoroso applauso delle platee ma anche una standing ovation.

Molto toccante è stata poi l’interpretazione di “Casta Diva” che ha seguito il suo discorso, ricordando anche uno dei pezzi della lirica più amati dalla sua scomparsa compagna d’arte e di vita Franca Rame.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here