Una brutta notizia arriva per il programma “Così lontani così vicini” su Rai Uno: ci sarà la chiusura anticipata per la terza stagione dell’Entertainment condotto da Albano Carrisi e Romina Power. Le ultime due puntate del programma non andranno in onda, lasciando spazio a due films.

Alla base di tale scelta il brusco calo di ascolti subito dal programma, che venerdì scorso, contro la prima puntata di Pequenos Gigantes in onda su Canale5, ha ottenuto una media di appena 2.700.000 spettatori e il 10,94% di share. “Così lontani così vicini“, prodotto da Magnolia, non ha mai convinto pienamente il pubblico.

“Così lontani così vicini” La Rai decide la chiusura anticipata. Albano: "Bisognerebbe chiedere agli autori cosa non ha funzionato"
Così lontani Così vicini: Albano e Romina Power

La prima edizione condotta dal cantante pugliese in coppia con Cristina Parodi, portò a casa una media di poco più di 4 milioni di spettatori e il 16% di share. Stessi risultati per la seconda edizione, che vide nel dicembre del 2014 Paola Perego subentrare alla Parodi al fianco di Albano. La terza edizione, invece, che ha visto la reunion della coppia più chiacchierata della musica italiana, ovvero Albano con Romina Power, ha però portato ben poca fortuna al programma.

Dopo l’iniziale curiosità, la trasmissione ha avuto ascolti altalenanti, puntualmente influenzati dalla concorrenza delle altre reti. Ennesima dimostrazione di come il format, piuttosto debole, abbia sempre rappresentato per il pubblico una opzione di ripiego in mancanza di alternative più interessanti sul piccolo schermo. Puntuale è arrivata la dichiarazione di Albano: “Avrei dovuto dare retta alle mie sensazioni che non erano positive. In questo programma non mi dovevo buttare” ha commentato il cantante pugliese contattato dal sito di Tv Sorrisi e Canzoni “Credo che in questa trasmissione si piangesse troppo. La gente ha bisogno di distrarsi, di alleggerirsi con temi più allegri. Purtroppo in ‘Così lontani così vicini’ c’erano troppe lacrime anche se di gioia. Bisognerebbe chiedere agli autori cosa non ha funzionato. È una sconfitta, ne prendo atto, mi dispiace molto ma vado avanti“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here