Oltre a Pechino Express, su Rai 2, arriverà molto preso un nuovo adventure game ad appassionare milioni di telespettatori amanti di questo genere televisivo. Stiamo parlando di Monte Bianco, il primo Celebrity Adventure Game della tv italiana condotto da Caterina Balivo, coadiuvata dalla guida alpina Simone Moro, che farà il suo debutto sullo schermo il prossimo 9 novembre. Si tratta di un reality nel quale 7 personaggi famosi saranno impegnati in difficili e pericolose sfide per raggiungere un obiettivo davvero impegnativo: raggiungere la vetta del Monte Bianco, a quota 4810 metri.

Annunciati i concorrenti del nuovo reality di Rai 2 “Monte Bianco”, tra loro c’è la cantante Arisa

Monte Bianco – Sono stati annunciati ufficialmente i 7 concorrenti che si sfideranno in questa avventurosa spedizione accompagnati da delle esperte guide alpine. Il primo è Stefano Maniscalco, karateka italiano che sarà accompagnato dalla guida Anna Torretta (Cordata Blu); il giornalista Filippo Facci insieme ad Andrea Perrod (Cordata Nera); la modella brasiliana Dayane Mello in compagnia di Stefano De Giorgis (Cordata Viola); l’attrice Jane Alexander accompagnata dalla guida Roberto Rossi (Cordata Arancione); la cantante Arisa con Matteo Calcamuggi (Cordata Verde); l’attore e comico Enzo Salvi con Alberto Miele (Cordata Blu); infine parteciperà anche l’ex calciatore Gianluca Zambrotta in compagnia di Giovanna Mongilardi (Cordata Rossa). Questi 7 intrepidi concorrenti saranno i protagonisti di 5 puntate in cui dovranno affrontare tre sfide ben distinte: la Prova vertigine, la Prova classifica e il Duello verticale che li porterà, vetta dopo vetta e scalata dopo scalata, in cima al monte più alto d’Europa. I concorrenti, insieme alle loro guide alpine, vivranno la montagna a 360°, sperimentando arrampicate, la vita del campo base e prove davvero impegnative che decreteranno l’eliminato settimanale.

Il reality, ancora prima di iniziare, ha già ricevuto una buona dose di critiche, soprattutto da parte del Club Alpino Italiano che lo ha giudicato inappropriato e teme che possa danneggiare il paesaggio e fornire ai telespettatori un’immagine distorta e spettacolarizzata della montagna e dell’alpinismo. Nonostante le polemiche, però, il programma si farà e la conduttrice, Caterina Balivo, ne è davvero entusiasta: “Questo reality resterà a prescindere da tutto. Una tra le esperienze più belle e più vere della mia vita. L’ho vissuta assieme ai concorrenti, svegliandomi quasi sempre alle 4,30 di mattina, raggiungendo il campo base alle 6,30, non trasportata da nessuno, sfatta e senza trucco. Ma non me ne importava nulla perché stavo vivendo veramente la montagna, considerata spesso qualcosa per vecchi. Invece non è così. Per questo quando ho letto di queste polemiche del Cai, partite tre mesi prima della messa in onda, sono rimasta molto perplessa: anzitutto perché prima di parlare le cose si guardano, poi perché questo è uno spottone alla montagna. Mi sarei aspettata piuttosto un mazzo di fiori all’indirizzo della Rai”. Anche l’alpinista Simone Moro, che accompagnerà la Balivo per tutta quest’avventura, ha difeso il programma: “Abbiamo preso sette celebrities totalmente a digiuno di montagna e abbiamo insegnato loro che cosa vuol dire fiducia a doppio senso, tra guida e accompagnatore nelle salite in cordata. Li ho visti vivere momenti di paura autentica, il fiatone, la fatica, non una ricostruzione televisiva. La produzione ha fatto quello che avrei fatto io con un mio cliente o compagno, non siamo andati lassù a giocare a pallone, a nascondino o altro. Mi aspettavo le critiche e me ne aspetto ancora di più dopo la messa in onda, perché conosco il mio mondo. Ma sono sicuro che chi saprà guardare il tutto senza essere prevenuto alla fine potrà darmi ragione. E anche il Cai noterà che probabilmente aumenteranno le iscrizioni ai corsi di roccia e la passione generale per la montagna”. Il giudizio, comunque, spetterà al pubblico a casa e molto presto vedremo se questo nuovo format avrà successo, se coinvolgerà e appassionerà i telespettatori che, come sempre, ricoprono il ruolo di giudici sovrani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here