Silvio Berlusconi si è dimesso. Ad ufficializzare la notizia attesa da giorni è stato il comunicato diffuso dal Quirinale.  Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano – si legge nella nota – ha ricevuto al Palazzo del Quirinale il presidente del Consiglio dei ministri, Silvio Berlusconi, il quale, essendosi concluso l’iter parlamentare di esame e di approvazione della legge di stabilità e del bilancio di previsione dello Stato, ha rassegnato le dimissioni del governo da lui presieduto. Il Presidente della Repubblica, nel ringraziarlo per la collaborazione, si è riservato di decidere e ha invitato il governo dimissionario a rimanere in carica per il disbrigo degli affari correnti.


Ad accogliere la notizia delle dimissioni di Berlusconi, una piazza del Quirinale in delirio. Sganciati i cordoni di polizia, la folla che prima aveva accolto il premier al grido di ‘buffone’ e ‘dimettiti’ si è riversata sotto la residenza del capo dello Stato dove sono state stappate bottiglie di spumante per brindare alla fine del governo. È stato intonato l’inno di Mameli mentre sventolano bandiere tricolori e dell’Unione europea. La gente applaude mentre espone cartelli con su scritto ‘oggi è il 25 aprile’. Prima di salire al Colle, al termine del Cdm – ultimo atto del Berlusconi quater – il Cavaliere aveva fatto un brindisi di saluto con i suoi ministri. Subito dopo si era recato a palazzo Grazioli dove ha riunito l’ufficio di presidenza del Pdl per la decisione definitiva del suo partito sul governo tecnico da illustrare a Napolitano. Decisione che prevede, come ufficializzato in una nota del Pdl, ”la disponibilità al conferimento dell’incarico al senatore Mario Monti per la formazione di un governo tecnico”. “L’Ufficio di Presidenza sarà riconvocato – prosegue la nota – dopo l’incontro tra il Presidente incaricato e la delegazione del Pdl, così da consentire la verifica circa l’esito di un confronto in merito alla composizione dell’esecutivo, al programma proposto e ai tempi del mandato”. Nel Pdl spunta intanto un documento per chiedere un governo Monti a tempo per poi andare al voto.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here