Sara Tommasi, processo Fabrizio Chinaglia: violenza sessuale e altri 7 capi di imputazione

L’agente di Sara Tommasi Fabrizio Chinaglia è accusato di sette capi di imputazione, tra cui violenza sessuale

Il processo all’ex agente di Sara Tommasi: Come riporta Milano today, l’uomo è accusato di sette capi di imputazione tra cui cessione di droga, estorsione per 20 mila euro e violenza sessuale. La tesi che vede l’accusato rispondere davanti il Tribunale di Milano nei confronti della showgirl è la violenza sessuale. Il suo ex agente avrebbe costretto la showgirl ad avere rapporti sessuali con lui, approfittando del suo fragile stato mentale dovuto all’assunzione forzata di cocaina. Il processo è appena iniziato e riprenderà il prossimo 16 gennaio e l’ex studentessa bocconiana si costituirà parte civile.

sara tommasi, l'ex agente di sara tommasi, agente di sara tommasi, sara tommasi fabrizio chinaglia, l'ex agente di sara, ultima ora,
Sara Tommasi

Per l’ex agente di Sara Tommasi: le accuse: violenza privata, estorsione, furto

Accuse pesantissime per l’ex agente di Sara Tommasi, Fabrizio Chinaglia. I fatti sarebbero avvenuti nell’arco 2012-2013 quando l’ex agente avrebbe abusato della ragazza costringendola ad assumere cocaina con modi violenti. Successivamente l’avrebbe obbligata a fare sesso picchiandola e raccontandole che aveva una pistola.

 Sara Tommasi a processo per i fatti a partire dal 2012

Non è la prima volta che Sara Tommasi viene citata come vittima dei fatto. La procura di Salerno indaga su di un fatto avvenuto nel 2012 risalente ad un film hard in cui ha fatto parte Sara Tommasi. Ma pare sia stata drogata e costretta a partecipare da persone che hanno approfittato della sua instabilità psichica. Due uomini sono stati arrestati per violenza sessuale nei suoi confronti. In tale vicenda sono stati sentiti lo psichiatra che aveva in cura Sara Tommasi, e ha stabilito il disturbo di personalità con allucinazioni uditive e visive. Anche l’allora fidanzato Stefano Ierardi raccontava delle liti furibonde con Sara Tommasi per via della personalità borderline della donna che rendeva il rapporto piuttosto instabile.

Le indagini del Procuratore

L’indagine della Procura di Milano nasce in maniera autonoma da quella di Salerno. Il caso è scoppiato per volere della stessa Sara Tommasi tramite denuncia. Secondo quanto sostiene la showgirl nell’Agosto del 2013 Fabrizio Chinaglia le avrebbe ceduto della cocaina prima in un hotel di Milano, successivamente in un ostello. Chinaglia l’avrebbe colpita alla testa. Atto che le costa l’accusa per violenza privata.

Le accuse di estorsione per 50.000 euro

Successivamente approfittando del disturbo di personalità indotto dall’assunzione di cocaina, l’avrebbe costretta ad avere rapporti intimi con lui, picchiandola. Le altre accuse che vedono coinvolto l’agente, sono la firma di assegni per 20 mila euro e in una seconda occasione l’estorsione di altri 30 mila euro.

E per finire Chinaglia è accusato altresì  di furto. Avrebbe sottratto alla showgirl, il suo telefono per poi distruggerlo e cancellare alcuni compromettenti messaggi e video.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.