Il presidente dell’Inter Erick Thohir ha comunicato ufficialmente l’esonero di Walter Mazzarri dalla guida della squadra milanese che sarà allenata da Roberto Mancini. Il tecnico di Jesi è stato scelto per guidare la squadra nerazzurra (negli ultimi tempi in crisi e al momento nona in classifica a sedici punti). La decisione di cambiare tecnico è stata presa dal proprietario del club nella notte, anche se da qualche giorno si respirava aria di licenziamento per il mister toscano, dopo il pareggio della scorsa giornata contro il Verona. In molti, però, pensavano che Thohir avrebbe potuto dare l’ultima occasione a Mazzarri, in vista della stracittadina contro i rossoneri.
Mancini, perciò, dovrà prendere in mano l’Inter e affrontare la prima partita di campionato domenica 23 nel derby contro il Milan di Filippo Inzaghi. L’ex allenatore di Galatasaray e Manchester City fa ritorno a Milano, dopo la parentesi vissuta tra il 2004 e il 2008 quando ha avuto modo di vincere qualche trofeo con i nerazzurri.
Thoir ha stretto un accordo con il nuovo mister per un contratto di due anni e mezzo a quattro milioni netti più bonus, aprendo così la seconda era Mancini.

thohir-esonero-mazzarri-arriva-mancini Roberto Mancini è il nuovo allenatore dell'Inter
Thohir, esonera Mazzarri e sceglie Roberto Mancini come allenatore dell’Inter

Roberto Mancini nuovo allenatore Inter

Fra tutti a commentare la clamorosa notizia è stato soprattutto l’ex numero uno interista Massimo Moratti: “Mi spiace per Mazzarri, sicuramente ha messo il massimo per far bene, sono felice per Mancini con cui ho vinto per primo, è molto bravo e gran lavoratore. Thohir aveva in mente di farlo, non gliel’ho proposto io”.
Mazzarri quindi chiude una parentesi spiacevole, visto che nei sedici/diciassette mesi in cui è stato l’allenatore dell’Inter, non ha mai avuto la fiducia dei tifosi ed è riuscito a vincere solo 25 gare su 58 disputate. La notizia del suo allontanamento dalla società milanese gli è stata comunicata in mattinata, e qualche ora dopo la decisione è stata annunciata definitivamente tramite il profilo Twitter del club verso le 12 passate: “F.C. Internazionale comunica che Walter Mazzarri è stato sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra. La società ringrazia Mazzarri per l’impegno, la dedizione e la serietà con cui ha guidato la squadra in questi diciassette mesi. L’odierna seduta di allenamento sarà condotta da Giuseppe Baresi”.

Roberto Mancini questa mattina ha firmato il contratto per prendere in mano la situazione della squadra, che in questo periodo sta vivendo un momento difficile (con 4 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte). La notizia dell’arrivo del tecnico marchigiano è stata una vera sorpresa, anche se qualche tempo fa proprio il diretto interessato aveva commentato la situazione del mister di San Vincenzo in questo modo: “C’è Mazzarri, ma nel calcio può succedere di tutto”.
Thohir alla fine ha dato inizio a una svolta importante per il club, ma il presidente indonesiano aveva valutato un altro candidato, e cioè Walter Zenga. La dirigenza nerazzurra aveva preso in considerazione anche questo tipo di possibilità per sostituire l’allenatore ex Napoli, Sampdoria e Reggina. Si trattava di una scelta ardua da fare per Thohir e soci, che poi hanno preferito l’allenatore che in passato ha regalato qualche gioia ai tifosi interisti. Ma Zenga (ex portiere dell’Inter) non ha apprezzato l’esclusione e ha manifestato la delusione tramite un tweet: “Hanno scelto Mancini.. Ero lì in “corsa” il mio sogno vicino.. Peccato forse in un’altra vita..grazie a tutti”.

Roberto Mancini quest’estate aveva lasciato la panchina del Galatasaray, sostituito da un altro italiano e cioè Cesare Prandelli. L’abbandono del club turco aveva fatto pensare ad un arrivo in azzurro del tecnico jesino, e invece come CT fu scelto Antonio Conte. Il nuovo mister nerazzurro cercherà di risollevare la situazione della squadra interista, ripartendo prima dal derby e poi dalla partita contro la Roma, oltre alla gara di Europa League, per salire in classifica e ricostruire un ambiente momentaneamente imperfetto e depresso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here