La Dolce Vita Productions presenta il Premio “Volere Volare, il Meglio del Made in Italy“. E’ giunto quest’anno alla decima edizione il “Premio Volere Volare“, nato da un’idea dell’attrice e produttrice Patrizia Pellegrino, che ha voluto realizzare una manifestazione dedicata alla promozione e alla celebrazione delle eccellenze italiane. Nella splendida cornice di Piazza Ignazio Ciaia a Fasano, lunedì 16 giugno 2014, si svolgera’ la serata di gala, presentata da Patrizia Pellegrino, durante la quale verranno premiati i protagonisti dell’eccellenza italiana in molti settori quali Economia, Cinema, Teatro, Televisione, Fiction, Attualità, Moda, Informazione, Letteratura, Enogastronomia, Bellezza e Sport.

Parata di stelle per la 10° edizione di "Volere Volare, il Meglio del Made in Italy"
Volere Volare 2014, Patrizia Pellegrino

In questa decima edizione riceveranno il “Premio Volere Volare” Neri Marcoré come Personaggio dell’anno, Sergio Castellitto per la Regia e il Cinema, Margaret Mazzantini per la Letteratura, Riccardo Scamarcio per il Cinema, Personaggio Fiction Giampaolo Morelli, il Premio Fiction dell’anno per Braccialetti Rossi viene ritirato dal produttore Carlo Degli Esposti, il regista Giacomo Campiotti e i ragazzi protagonisti, il Premio per la categoria Teatro va a Sebastiano Somma, Giorgio Pasotti riceve il Premio come Personaggio Film Tv di questa edizione, Barbara D’Urso per la Conduzione, Gigi D’Alessio per la Musica, la Maison Gattinoni per la Moda, Compagnia della Bellezza riceve il Premio Beauty, Samanta Togni e Samuel Peron, trasmissione “Ballando con le stelle” per la Tv, premio 2014 come miglior imprenditrice Maria Lisi Melpignano, mentre miglior imprenditore è Vito Muolo, il Premio per l’Enogastronomia quest’anno va allo chef del ristorante Pacha di Conversano Maria Cicorella Magistà, il Premio Radio e Radiofonia va a Radionorba, prima emittente del Sud Italia lo ritira Marco Montrone, per la categoria Sport vince la Junior Fasano, Squadra di pallamano vincitrice dello scudetto 2014.

Credito foto: Alessandro Canestrelli – Reporters Associati & Archivi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here