Il Brasile festeggia a metà la vittoria di ieri sera contro la Colombia. Sì perché ha perso definitivamente il suo miglior giocatore: Neymar. Il fuoriclasse, infatti, ha rimediato un infortunio che l’ha costretto a dire addio al Mondiale in casa.
Durante Brasile-Colombia, negli ultimi minuti di una partita che i padroni di casa stavano conducendo con il risultato di 2-1, l’esterno Juan Camillo Zuniga ha commesso fallo sulla schiena del fenomeno verde oro. Risultato? L’attaccante del Barcellona, è  uscito dal campo in barella; e alla fine si è trattato: di una frattura alla terza vertebra lombare e uno stop di 4-6 settimane e la coppa del mondo finita in anticipo.

brasile-infortunio-neymar
L’attaccante brasiliano Neymar si infortuna, vertebra rotta e Mondiale finito

Zuniga, autore dell’entrataccia sul ventiduenne fantasista, ha provato a difendersi: “Si è trattata di un’azione normale, non avevo intenzione di fargli del male. Sul campo do sempre tutto per la Colombia, ma senza mai la volontà di ferire un avversario”. Neymar piangeva dal dolore a causa di un infortunio che l’arbitro non ha punito, e l’allenatore del Brasile, Felipe Scolari, punta il dito, perchè Zuniga meritava un cartellino.
Il calciatore colombiano del Napoli, però, ha parlato apertamente alle tv brasiliane: “Non c’era cattiveria: è stata una normale azione di gioco”. Nel frattempo molti hanno inviato messaggi di conforto al giovane brasiliano: dal compagno di club Leonel Messi, alla Presidente del Brasile Dilma Rousseff, e alcuni dei suoi compagni di nazionale.
La squadra verde oro è arrivata in semifinale, ma nella prossima partita dovrà fare a meno anche del difensore e capitano Thiago Silva (che ha ottenuto un cartellino giallo per fallo di ostruzione sul portiere avversario). Il calciatore del Paris Saint Germain ha rivolto un pensiero da leader al suo compagno infortunato: “Neymar ha lavorato duro, era il suo sogno giocare il Mondiale. È uno di quei calciatori che fanno bene al calcio, perchè porta gioia e magia”.
Martedì prossimo la Seleçao affronterà, priva dei due suoi migliori giocatori, la Germania allo Stadio Minerao di Belo Horizonte. Thiago Silva, inoltre, ha fatto una promessa importante a Neymar: “Nella nostra squadra è uno che fa la differenza, ma vinceremo la sesta coppa del mondo anche per lui”.
Adesso come farà la nazionale brasiliana senza la sua stella? Sicuramente daranno tutti il cento per cento contro i tedeschi; i brasiliani lotteranno con i denti per ottenere una finale che avrebbe meritato di giocare anche il giovane calciatore verde oro.  E intanto il Mondiale perde l’ennesimo campione, Neymar si aggiunge a nomi del calibro di Ribery, Reus, Ronaldo, Falcao, Rodriguez, e tanti altri, ma si spera che questo non tolga spettacolo al torneo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here