Mario Balotelli è stato ancora una volta protagonista di cori razzisti nei suoi confronti. L’attaccante rossonero, in questo momento, in ritiro a Coverciano con la Nazionale, durante l’allenamento mattutino non ha reagito platealmente all’insulto provocatorio di un tifoso presente fuori dal Centro tecnico federale. Un gruppetto di ragazzi che stava assistendo alla seduta degli italiani ha preso di mira SuperMario, che scuotendo semplicemente la testa, infastidito dall’ennesimo episodio sgradevole nei suoi confronti, avrebbe detto al compagno azzurro Claudio Marchisio: “Solo a Roma e a Firenze sono così scemi”, dopo essere stato apostrofato “negro di m…”. Nonostante questo Mario è rimasto tranquillamente in campo e senza reagire in maniera eccessiva ha continuato ad allenarsi svolgendo il proprio lavoro personalizzato con uno dei preparatori atletici della nazionale.

Mario Balotelli insultato a Coverciano, il calciatore non reagisce alle provocazioni
Mario Balotelli insultato a Coverciano, il calciatore non reagisce alle provocazioni

Non è finita qui, perché di fronte ai cori razzisti di questo piccolo gruppo di ragazzi radunatisi fuori dal campo Balotelli ha continuato a lavorare, ma comunque, contrariato dall’accaduto, è stato in qualche modo rassicurato dall’arrivo dei Carabinieri. Dopo questo spiacevole avvenimento, il giovane centravanti, è stato accompagnato per tutto il tempo da applausi e bambini che invocavano il suo nome. Il Commissario tecnico Cesare Prandelli qualche giorno fa aveva parlato proprio del ragazzo in conferenza stampa: “Tutti noi rappresentiamo l’Italia, non solo lui. Dobbiamo mettere da parte l’ego e pensare solo al gruppo”. E probabilmente la “non reazione” di oggi, è la dimostrazione che Mario sta cercando di pensare soltanto al Mondiale. Anche se purtroppo il giocatore italiano, non è per niente nuovo a questo tipo d’insulti: in molte delle partite giocate in trasferta durante il campionato, è stato spesso preso di mira dai tifosi avversari, che l’hanno offeso con cori razzisti. Dimenticando che l’attaccante, pur essendo antipatico a molti, è sempre uno dei calciatori che rappresenterà l’Italia alla prossima Coppa del mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here