La Sampdoria è stata ceduta dalla famiglia Garrone aMassimo Ferrero. Si tratta di un noto produttore cinematografico, che da oggi è diventato il proprietario della squadra ligure. Ferrero, possessore, anche, di circa sessanta sale appartenenti alla Ferrero Cinemas Group, ha rilevato la società di Riccardo e Edoardo Garrone. In questo periodo alcune squadre italiane stanno cambiando proprietario; prima dei blucerchiati a farlo sono state: Roma, Inter e Cagliari.  Infatti, c’è da qualche tempo la tendenza a vendere le società calcistiche, a causa della crisi che sta colpendo i maggiori imprenditori italiani. Le famiglie proprietarie di club stanno iniziando a scomparire; a rimanere ancora legate al mondo del calcio sono pochi: come gli Agnelli con la Juventus o Silvio Berlusconi con il Milan.

massimo-ferrero-sampdoria
La Sampdoria passa ufficialmente a Massimo Ferrero

La mancanza, però, di risorse economiche sta rendendo sempre più estero il calcio italiano, tanti imprenditori americani, arabi, indonesiani stanno comprando, nel bel paese, società sportive. Edoardo Garrone, quindi, in conferenza stampa ha annunciato: “Avevo due obiettivi, mettere in sicurezza la società e passare la mano. Ora la Sampdoria è solida, seria e trasparente”. Garrone era diventato presidente dal 28 febbraio 2013, dopo circa due anni di gestione insieme al padre Riccardo.
“In sette ani si sono presentati acquirenti, ma nessuno era credibile. Poco tempo fa mi ha contattato con grande discrezione un imprenditore italiano, Massimo Ferrero. Ha dimostrato serietà, concretezza e mi ha convinto che farà bene”. La decisione, che la dirigenza blucerchiata ha preso, è nata dopo una serie di riunioni amministrative nella sede storica del club di Genova di Corte Lambruschini.
Ma adesso, i tifosi avranno una nuova guida, e quindi è normale pensare al futuro, alla squadra e al calciomercato. L’allenatore, gli acquisti e la storia tra Sampdoria e Cassano sono le domande all’ordine del giorno che hanno coinvolto il nuovo presidente, apparso tanto contento della nuova esperienza.
“Mihajlovic è il mio mito. Il numero uno. Cassano? Lo chiederò all’allenatore se ne avrà bisogno. La mia Samp sarà come Ben Hur”. Ferrero, imprenditore sessantaduenne romano, ha iniziato la sua attività nel campo della produzione, dal 1994 ha avviato la sua carriera come produttore indipendente. “Sono due anni e mezzo che inseguo questo sogno e finalmente si è avverato”. Il nuovo proprietario già lancia la prima sfida ad Aurelio De Laurentiis numero uno del Napoli. “Ho grande stima per De Laurentiis ma lo aspetto al campo, finirà 3-1 per me”. Ferrero ha tanto entusiasmo, chissà se riuscirà a trasmetterlo alla sua squadra e ai suoi tifosi, desiderosi di entrare a far parte delle più forti squadre italiane, magari con Fantantonio (Cassano, ndr) in attacco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here