Marco Simoncelli è morto in pista travolto dai suoi avversari. La notizia ufficiale è stata data alle 11,03 dal centro medico del circuito di Sepang, il decesso è avvenuto alle 10:56 italiane (16:56 in Malesia). Simoncelli era nato a Cattolica il 20 gennaio 1987.   Soprannominato Supersic, per via dell’abbreviazione del suo cognome nella grafica televisiva della classifica durante le corse, ha iniziato a correre a 7 anni con le minimoto nella città in cui viveva, Coriano. Nel 2002 è campione europeo classe 125 e lo stesso anno debutta nel Motomondiale al GP della Repubblica Ceca col team Aprilia CWF – Matteoni Racing, al posto di Jaroslav Huleš, passato alla classe 250. Termina la stagione 33º con 3 punti ed ottiene come miglior risultato un tredicesimo posto in Portogallo.

Nel 2003 corre la prima stagione completa del Motomondiale, con compagno di squadra Mirko Giansanti, terminando la stagione 21º con 31 punti ed ottenendo come miglior risultato un quarto posto in Comunità Valenciana. Il 2004 vede a Jerez la sua prima pole e la sua prima vittoria in carriera; la seconda vittoria arriva a Brno, dove guadagna ancora la pole position. Nel 2005 passa al team Nocable.it Race e Marco vince un altro gran premio ancora a Jerez e sale in tutto sei volte sul podio, facendo secondo in Catalogna e terzo in Germania, Repubblica Ceca, Qatar e Australia. Chiude al quinto posto con 177 punti, realizzando anche una pole position in Spagna.
In Malesia era arrivato con la speranza di fare podio e di puntare alla prima vittoria in carriera in MotoGP, ma una scivolata, l’ennesima di questa stagione, lo ha portato in condizione di essere travolto dai piloti che sopraggiungevano. L’urto sul collo, al secondo giro a Sepang, colpito dalle moto di Colin Edwards e Valentino Rossi, suo grande amico, è stato fatale e Marco Simoncelli perde la vita a soli 24 anni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here