Le tendenze della moda per il look di Capodanno nella serata di San Silvestro 2010 non riservano grandi sorprese. Il nero e il rosso continuano a farla da padroni, con dettagli di pizzo, pailettes e tocchi dorati, per accendere e dare luce alla serata. Per brindare allo scoccare della mezzanotte ogni donna deve essere elegante, bella, irresistibile. Ecco allora alcune proposte per sentirsi una dea fasciata in qualcosa di rosso, come da tradizione.

Ma il dress code di questo fine anno vuole un occhio di riguardo per un dettaglio eco, almeno come citazione o in un accessorio. Con la biancheria intima si può “osare”. Chi vuole essere davvero elegante può concedersi l’abito lungo, ma anche il corto nero è di grande attualità, meglio se sbracciato o addirittura senza spalle e impreziosito da un pizzo. Soprattutto se illuminato da un gioiello che luccica (anche di Swarovsky) o da una giacca in paillettes dorate. Il rosso va forte anche come total look che avvolge dalla testa ai piedi, magari in velluto come si è visto su moltissime passerelle, con abiti lunghi o corti, anche a seconda dell’età e della taglia, da abbinare a decolleté di altezza vertiginosa sempre in velluto rosso.

La fine di un anno, soprattutto se difficile come quello appena trascorso, merita qualche eccesso. Lungo o corto, nero o colorato si suggerisce sempre un poco “fuori dalle righe”. Un bijoux eccessivo, un dettaglio divertente, qualcosa che stupisca e che suggerisca la voglia di svagarsi e di iniziare un nuovo anno con positività, spiega Emanuela Fontana, fashion editor di “A”. Un accenno anche agli allestimenti, perché la tavola e le decorazioni, sono più soggette alle mode di quanto non si sospetti. I colori 2010 sono il bianco, il grigio/argento e oro in tutte le declinazioni più o meno brillanti. La tendenza va nella direzione della monocromia sapientemente mixata a tocchi di oro o argento.

Da indossare è sempre attuale il look maschile, ad esempio con giacca smoking o il gilet assemblati con tessuti rubati al guardaroba di lui, come propone Francesca Caira. I fanatici dell’ecologia possono puntare su tessuti in garza di alpaca, da indossare anche a strati, come quelli proposti da Color Natural o di tela finissima di ortica o in jersey ricavato dal Petcon inserti in croquet, realizzati a mano dalle donne delle favelas di Rio de Janeiro. Oppure ancora una gonna a trapezio in maglina di merinos a righe glicine e marrone, realizzati con due cortecce di legno diverse, il campeggio e il catecù. Per chi si accontenta di una citazione, ci sono tanti accessori tra cui scegliere, come le scarpe basse con laccetto a concia vegetale, collana in perle di carta grigio-azzurrine, realizzata con scontrini fiscali pressati e cerati, o anche una ghirlanda di rami e petali seccati da mettere in testa. Insomma a Capodanno si può tranquillamente uscire fuori dalla normalità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here