E’ stata presentata venerdì 18 luglio alle ore 18.00 presso il Cinema Palma la mostra “Monet – L’invisibile tratto” organizzata dal Comune di Trevignano Romano in collaborazione con l’Associazione AfricaProject Onlus. Grazie ad Alessandro de’ Spagnolis, presidente dell’Associazione, in mostra 11 litografie autografe dei pittori francesi Claude Monet e George-William Thornley, realizzate intorno al 1890 circa ed esposte per la prima volta in Italia per sostenere l’attività della onlus Africaproject in Kenia che si occupa di bambini affetti da AIDS.

Monet-Linvisibile-tratto-nobiltà-romana-a-trevignano-romano-foto
Monet – L’invisibile tratto, un meraviglioso allestimento di opere di Claude Monet

Una particolarità: queste undici rarissime litografie originali, sono ancora conservate nella stessa cartella che fu del padre degli impressionisti e che Alessandro de’ Spagnolis ha ricevuto in eredità e che adesso possono rappresentare una speranza per i suoi progetti in Africa.

Questi progetti sono sostenuti anche da una folta rappresentanza della nobiltà romana che ha raggiunto il Museo civico di Trevignano Romano per visitare il meraviglioso allestimento di opere di Claude Monet. Per Sara Iannone e i suoi ospiti, il museo ha organizzato un’apertura straordinaria e la visita è stata arricchita dal prezioso contributo del critico d’arte Lamberto Nata che ha tratteggiato un quadro storico-culturale dell’Impressionismo. Al termine della visita esclusiva, gli ospiti si sono riuniti nei giardini sul lago del ristorante Acquarella. Tra i presenti la pittrice Martine Goyens, il tenore Sergio Panaji, monsignor Luigi Casolini, l’ambasciatore della Grecia in Vaticano George Papadopoulos.

La mostra sarà allestita presso il Museo Civico Etrusco Romano fino al 19 settembre 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here