Coppa Italia 2015 – La Juventus battendo in finale la Lazio 2-1 vince la Coppa Italia 2014-2015. Allo stadio Olimpico trionfano i ragazzi guidati da Massimiliano Allegri ottenendo il decimo trofeo di questa competizione e quindi la stella d’argento.
In avvio di gara il tecnico toscano ha scelto di affidarsi al 3-5-2 facendo a meno di Morata e Marchisio e lasciando a riposo Buffon. In panchina per la Juventus: Storari; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (114′ Padoin), Vidal, Pirlo, Pogba (77′ Pereyra), Evra; Llorente (84′ Matri), Tevez, mentre per la Lazio Stefano Pioli invece si affida al 4-3-3: Berisha; Basta, De Vrij (106′ Keita), Gentiletti, Radu (70′ Mauricio); Cataldi, Parolo, Lulic; Candreva, Klose (82′ Djordjevic), Felipe Anderson.

juve-vittoria-coppa-italia
La Juventus vince la Coppa Italia allo stadio Olimpico

Coppa Italia 2015 : Juventus – Lazio 

La partita di Coppa Italia 2015 arbitrata da Daniele Orsato di Schio, comincia bene, soprattutto per la Lazio che aggredisce gli avversari e, infatti, dopo pochi minuti passa in vantaggio. Sugli sviluppi di un calcio di punizione tirato da Candreva, Radu mette la palla in rete al quarto del primo tempo. La Juventus non demorde e cerca subito la reazione, che arriva sempre con un calcio piazzato. Stavolta sulla palla va Pirlo, e alla sponda di Evra segue il colpo vincente di Chiellini che segna il gol del pari (11′ pt).
È 1-1 ma per il resto entrambe le formazioni costruiscono senza trovare il vantaggio. Giocano con livelli serrati, si studiano, difendono e puntano molto sulla qualità a centrocampo. Il match per tutto il secondo tempo è equilibrato. Quindi sul risultato di parità allo scadere dei novanta minuti regolamentari si passa ai tempi supplementari. La Lazio mette in difficoltà più volte la Juventus con i movimenti e le ripartenze di Felipe Anderson e Candreva. E, infatti, al 94esimo è Djordjevic ad andare vicino al gol. Dopo un errore di Chiellini il calciatore biancoceleste della Serbia ne approfitta calciando in porta e trovando però il doppio palo. La rete arriva invece per la Juventus al 98esimo: Matri in area dal dischetto calcia in porta piegando Berisha e regalando il gol della vittoria ai bianconeri.

Coppa Italia 2015 :  Juventus – Lazio 2-1

Con questa doppietta Scudetto e Coppa Italia 2015 Massimiliano Allegri alla guida della Vecchia Signora ottiene lo stesso risultato di Marcello Lippi che fece la stessa cosa nel 1995. Resta solo un obiettivo adesso ed è la Champions League e il sogno triplete, obiettivo centrato dall’Inter nel 2010. Le parole di Allegri alla fine della gara: “Non era facile vincere questa partita. Sono contento di quanto fatto dai ragazzi, ora possiamo cullare questo sogno che può diventare realtà. Prepariamo al meglio la finale di Champions, poi vedremo come andrà”. Il tecnico della Juve si complimenta anche con la squadra avversaria durante l’intervista fatta ai microfoni Rai prima della premiazione: “Hanno fatto una grande partita mettendoci in difficoltà”.
A guardare la finale c’era il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha premiato la squadra vincitrice, Malagò presidente del Coni e anche Antonio Conte ex mister bianconero e attuale commissario tecnico della nazionale. Tutti ad assistere al successo della Juve: “La squadra di Pioli è stata molto aggressiva, hanno corso molto nel primo tempo e sono stati sfortunati sul doppio palo di Djordjevic. Il calcio però è questo e quando sono calati, siamo migliorati noi, anche se dovevamo essere più lucidi. Abbiamo ritardato spesso il passaggio e non abbiamo sfruttato alcuni episodi, ma siamo stati bravi a restare sempre in partita”. Ora più che mai la testa dei bianconeri è a Berlino per la finale di Champions: “Vediamo come andrà, ora però possiamo cullare un sogno che può diventare realtà”, ha commentato sempre l’allenatore toscano della Juve.
Anche Pioli ha analizzato il match della Lazio perso contro i campioni d’Italia. Prendendo il risultato che il campo ha stabilito, nonostante ci sia la delusione per la vittoria sfumata: “Per vincere ci vuole un pizzico di fortuna e noi non l’abbiamo avuta, ma sono orgoglioso dei miei. Il calcio è così, è fatto di episodi, loro sono stati bravi a sfruttare la situazione”. E adesso l’allenatore bianco celeste pensa già al prossimo impegno di lunedì pomeriggio contro la Roma, scontro diretto per il secondo posto in campionato: “Il cammino della Lazio è finito in Coppa Italia ma non in campionato. Ora pensiamo al derby”.
Invece la Juventus si godrà la Coppa Italia 2015 con uno sguardo alle ultime giornate di serie A e soprattutto con un pensiero speciale per la finale più importante della stagione. La partita del 6 giugno contro il Barcellona, ma Chiellini autore del primo gol bianconero va con i piedi per terra: “L’abbiamo voluta tanto e ora vogliamo godercela insieme a tutti i tifosi d’Italia della Juve, Berlino è ancora lontana. Questo gruppo si auto-motiva, ci aiutiamo a vicenda a trovare nuovi stimoli”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here