È stato presentato questa mattina nel salone delle Fontane dell’Eur il dossier finale del progetto per il nuovo stadio dell’As Roma. Alla presenza del Sindaco Marino, il presidente romanista James Pallotta, con i responsabili del progetto e gli architetti che hanno lavorato al piano definitivo, ha mostrato il plastico di tutta la struttura. “Se vogliamo competere per diventare un top club nel mondo abbiamo bisogno di uno stadio di proprietà. Questa sarà una struttura importantissima in Italia per decenni”, ha spiegato in conferenza stampa Pallotta.

Il progetto: lo stadio, negozi, campi e intrattenimento

James Pallotta presenta il progetto definitivo per il nuovo stadio dell'As Roma
Presentazione del nuovo stadio dell’ as roma 1927

Il presidente giallorosso ha parlato rivolgendosi in particolare ai tifosi che un giorno potranno godere di questo nuovo stadio: “Intanto voglio congratularmi con squadra e tifosi. Con i quali non ho nessun problema, va bene dialogare ma noi vogliamo uno stadio tranquillo, senza violenza e razzismo, su questo non c’è dialogo. Vogliamo regalare a Roma e ai romani le strutture che meritano. Non abbiamo mai chiesto un euro al Comune, troveremo e stiamo trovando i fondi e saranno tutti privati”. Il nuovo impianto sarà collocato a Tor di Valle ed è ispirato al Colosseo e alla storia della Capitale e sarà una struttura in acciaio ultramoderno e vetro, come aveva immaginato Dan Meis, l’architetto oggi assente. Alle ore 11, Pallotta e il ceo Italo Zanzi, insieme al responsabile del progetto Mark Pannes, al presidente del Coni Lazio Riccardo Viola e agli architetti Daniel Liebskin e Andreas Kipar e Luca Parnasi, hanno mostrato il piano definitivo per lo stadio e per la riqualificazione dell’area. “Un campus che permetterà ai romanisti e ai romani di vivere lo sport e l’intrattenimento per 365 giorni. C’è lo stadio, ci sono un anfiteatro interno e esterno e tante strutture sfruttabili tutto l’anno, ci sarà la nuova Trigoria che sarà la struttura di allenamento più all’avanguardia del mondo. Sarà uno stadio ecologico e sicuro e le famiglie e i bambini potranno venire serenamente”, ha commentato Pannes il capo progetto. La nuova costruzione si estenderà su oltre 105 ettari di terreno e comprenderà impianti sportivi di ultima generazione. Ci sarà una zona dedicata all’intrattenimento con aree verdi. Il complesso sarà esclusivamente dedicato allo sport, come afferma il comunicato stampa pubblicato sul sito dell’ AS Roma, con zone di ultima generazione per le attività di allenamento e fisioterapia rivolte alla prima squadra. Lo stadio avrà circa 52.500 posti estendibili massimo a 60.000, e inoltre la costruzione rispetta le linee standard della Uefa. “Non posso che esprimere dunque piena soddisfazione per il rispetto dei tempi e per la qualità del lavoro prodotto da professionisti di fama internazionale. È nostro compito ora compiere le necessarie verifiche prima della trasmissione del progetto alla conferenza dei servizi regionale. La realizzazione dello stadio, all’interno delle compatibilità urbanistiche, può rappresentare un grande strumento di crescita, di occupazione e di lavoro per la nostra città”, ha dichiarato Ignazio Marino sindaco di Roma.
Oltre al campo ci sarà una zona dedicata alla Hall of fame e al museo dell’As Roma e saranno realizzate tre torri alte circa 200 metri e disegnate da Libeskind. E inoltre: l’AS Roma SuperStore, il Fan Village, attrazioni per lo shopping e ristorazione, strutture all’avanguardia per gli allenamenti e il centro media del Club. Lo stadio sarà raggiungibile in qualsiasi modo e facilmente con diversi punti di accesso per visitatori e tifosi con ponti pedonali per veicoli, Metro B e la linea ferroviaria Roma – lido. La costruzione sarà dotata di: un’ampia infrastruttura per parcheggi pubblici e privati, per oltre 10.000 posti auto. L’impianto sarà raggiungibile a venti minuti da e per Roma centro e venti minuti da e per Roma Fiumicino.

I commenti di Garcia, Totti e De Rossi

Il nuovo stadio romanista è stato accolto con favore da molti addetti ai lavori, soprattutto dall’allenatore giallorosso, Rudi Garcia: “Sarà casa nostra! La casa di tutti i Romanisti! Il piccolo fratello del Colosseo. E anche il nostro “giardino” dove conquisteremo titoli”. Gli hanno fatto eco i due giocatori più rappresentativi del club capitolino, Francesco Totti e Daniele De Rossi: “La nostra Roma avrà uno stadio che la rappresenterà nel mondo, come la nostra storia merita. Sarà il nostro Colosseo moderno, dove tutti i nostri tifosi e sportivi potranno godere di uno spettacolo sportivo, in particolare per i bambini, che hanno il diritto di partecipare alle nostre partite nel migliore dei modi.
Roma, la nostra città, merita di avere uno stadio del genere. Sarà la casa della Roma. Noi tutti siamo e saremo la Roma, che va amata, perché è unica al Mondo. Prosegue De Rossi:“Sarà un grande passo per la città di Roma e soprattutto per i tifosi. La speranza più grande è quella di riuscirci a giocare da protagonista al più presto possibile”. Un augurio è arrivato anche da Torino, da Andrea Agnelli il presidente della Juventus, l’unica squadra di serie A con lo stadio di proprietà: “Jim, un grande in bocca al lupo! Un progetto ambizioso che arricchirà non solo la Roma ma tutto il calcio italiano. Non vedo l’ora che la Juve possa espugnarlo!”.
I lavori inizieranno tra sei mesi e dovrebbero durare all’incirca 22-24 mesi, la realizzazione della struttura richiederà un investimento economico di circa un miliardo di euro di cui 400 milioni sono stati stanziati per finanziare solo lo stadio, che offrirà circa 4.750 posti di lavoro. Della struttura, come ha rilevato il presidente Pallotta, ne è proprietaria la Roma tramite la creazione di una holding che permetterà di finanziare tutto il progetto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here