La stagione di Fernando Alonso non sta andando ancora per il verso giusto, tanti, forse troppi, alti e bassi; ma stavolta il ferrarista spera di salire sul podio. Lo spagnolo si augura un buon fine settimana, proprio la domenica del 65esimo Gran premio di Monza. Il circuito che il ferrarista considera: “Il più bello di tutto il campionato, perché si sta sospesi in aria sul rettilineo, con la pista invasa di tifosi, insomma un’emozione unica”.
L’automobilista iberico sa bene quanto sarà complicato domenica lottare contro i migliori, soprattutto in Italia davanti a tantissimi sostenitori della “rossa” di Maranello, ma è solo un motivo in più per non demordere.
In fondo in queste ultime stagioni è arrivato a podio per quattro anni consecutivi e quindi si aspetta il quinto: “Questa è una pista dove il motore ha la priorità, e quello è uno dei nostri punti deboli. Siamo realisti, sarà un weekend difficile ma lo pensavamo anche a Spa e abbiamo sfiorato il podio con Raikkonen, e in Ungheria io sono arrivato secondo. Dobbiamo pensare di fare un bel fine settimana”.

Fernando Alonso: "Il GP di Monza è un'emozione unica"
Alonso, il riscatto a Monza

Difficile: è la parola d’ordine di Fernando che non molla il colpo anche quando le cose sono davvero negative e negli ultimi tempi la macchina non ha aiutato; lo spagnolo ha dovuto darsi da fare per ottenere posizioni di partenza e al traguardo che fossero accettabili. I momenti bui hanno contribuito ad aumentare le perplessità sulla sua permanenza in Ferrari; perché quando va tutto male la cosa più semplice è andare via, ma il pilota non vuole pensare al contratto: “La concentrazione maggiore va sulla pista, purtroppo è un anno difficile, non siamo molto competitivi, quindi cerchiamo di deviare la tensione su altri aspetti non sportivi, dobbiamo concentrare tutti i nostri sforzi a essere più competitivi. La mia situazione personale è una seconda priorità, la prima è fare più punti per la Ferrari”.
La partenza del campione di Oviedo complicherebbe la situazione del cavallino rampante, come se non bastassero già le voci di un possibile addio del presidente Luca Cordero di Montezemolo.
Il pilota della rossa, però, non conosce il futuro dell’imprenditore: “Non so, ho sentito solo voci, se un giorno accadrà che deve andarsene, ne parleremo. In questi cinque anni ho avuto sempre lui come presidente, come mano destra, se accadrà un giorno sarà tutta una novità”. E allora non sarebbe così strano vedere dopo il possibile addio di Montezemolo anche quello di Alonso, magari stanco di navigare a vista mentre gli altri portano a casa titoli e vittorie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here