Il 1 febbraio presso il salone del modernissimo Hotel Barcelò Aran Mantegna, nel quartiere EUR di Roma, tra gli eventi collaterali di AltaRoma AltaModa 2015 abbiamo assistito al format “FASHION IN ACTION”, ideato e prodotto da Riccardo Gubiani, in collaborazione con Oscar Garavani della GLOBALMODELS&MODELS AGENCY Roma e condotto da Georgia Viero ed Emilio Sturla Furnò.  In successione quattro momenti di Moda in forma di sfilata intramezzati da suggestive performance artistiche dal vivo di Star Elaiza, Michael Supnick e del Circo Bianco. A dare un ulteriore tocco di stile all’evento la partecipazione della stilista Miss Nanette con i suoi gioielli della pace di Stars for Peace in the World, al fianco di Claudio Lucarelli che ha prodotto la nuova cinta interattiva indossata dalla stilista, la quale ha sfoggiato un bellissimo abito realizzato interamente in pelle della linea di alta moda Sensual Light.

IMG_7015-1024x683
Georgia Viero ed Emilio Sturla Furnò conducono l’evento Fashion in Action ideato e prodotto da Riccardo Gubiani

Eventi collaterali di AltaRoma AltaModa 2015: Sfilata “Fashion in Action”

La conduttrice Georgia Viero durante la serata ha indossato una creazione della stilista Marina Mansanta, un secondo vestito dell’Istituto Cordella di Lecce ed i gioielli della collezione My Lovely. L’abito di Emilio Sturla Furnò è stato realizzato dall’Atelier Celli. In prima fila tra gli ospiti la Marchesa Daniela Del Secco D’Aragona, l’onorevole Antonio Paris, Francesca Stajano, Roberta Beta, Serena Gray e tanti personaggi appartenenti al mondo della moda.

La manifestazione è iniziata con il defilè di Alta Moda della stilista Marina Mansanta che ha presentato una selezione dei capi più rappresentativi. Abiti che hanno fatto la storia del marchio per la loro modellistica innovativa, per la scelta di materiali pregiati, per i colori e per le finiture di indiscutibile valore.
A seguire l’Istituto Cordella Fashion School di Lecce, la Scuola di Formazione per Stilisti e Modellisti e storica sartoria dal 1783, che presenta una collezione ispirata ai fiori, alle essenze e ai colori della natura, dedicata ai 110 anni di uno dei più grandi couturier del secolo: Christian Dior. Fiori e petali si rincorrono nella linea Corolle dei giovani allievi della scuola di moda: rose, orchidee sbocciano su un trionfo di tulle, pizzi e preziosi ricami in cristalli swarovski. Una collezione ispirata agli Anni ’50, realizzata con oltre due chilometri di tulle, duemila cristalli, venti metri di rouches in moulage e cinquanta di organza.

La terza collezione è stata quella della giovanissima Emanuela Conte, fashion designer pugliese – reduce da passerelle di AltaRoma, Bucharest Fashion Week, Vogue Fashion Night a Strasburgo, Miss India Italy a Miss Sry Lanka, che ha presentato la linea “My Wonderland”. Tulle, pizzo, chiffon, fantasie floreali e fiori in tessuto caratterizzano le dieci creazioni, cucite, ricamate e rifinite interamente a mano, ispirate da una canzone tratta da uno spot televisivo. Romantica, dolce, creativa, sofisticata ma al contempo estremamente semplice.

Chiude l’evento Chiara Banelli, che lega nelle sue creazioni la cultura carnica/friulana della sua regione di origine, con modernità e fantasia. Chiara fa sbocciare le sue creazioni tra le rocce, come fiori che ondeggiano al vento, dando movimento ai tessuti che si muovono come l’acqua, l’aria e la terra. Ricami romantici e preziosi ornano stoffe leggere e delicate come il lino, che vengono imprigionati da rievocazioni di rovi realizzati in pizzo e tombolo su cui piovono cristalli di Swarovski come gocce di rugiada.

10968795_989167187777301_1438312379_o-1024x682
Georgia Viero,  Miss Nanette e i gioielli della pace di Stars Peace in the World

Georgia Viero, ai microfoni di GenteVip.it, dopo lo spettacolo, ha così commentato:

Mi colpisce il fatto che ci sia una grande voglia di tutelare il made in Italy che è la garanzia d’eccellenza nella moda internazionale e mi hanno altresì colpita gli abiti dell’Istituto Cordella di Lecce. In particolare ho adorato un abito bomboniera lilla e nero, con un dettaglio arancio e con una gonna molto ampia in tulle.

Infine la co-conduttrice del Processo di Aldo Biscardi, avendo avuto il privilegio di indossare i gioielli della pace di Miss Nanette, ha aggiunto queste parole rivolte alla stilista: “Deliziosa, unica, una persona speciale con cui ho instaurato una bellissima empatia“.

Crediti fotografici: Giorgio Algherini, Fabrizio Bettinelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here