Diego Abatantuono nasce a Milano il 20 maggio del 1955, meneghino doc. Il grande attore che tutti conosciamo è un gigante (1.90cm) di bravura e simpatia, dopo aver stupito il suo immenso pubblico con l’apertura di un ristorante a Milano il “Meatball Family”, si cimenta ora in un libro scritto a quattro mani con Giorgio Terruzzi, nel quale racconta anneddoti legati al cibo e ai suoi colleghi, nomi del calibro di Paolo Villaggio, Ugo Tognazzi, Gerard Depardieau, ecc. Il libro è stato presentato il giorno 8 novembre 2013 presso la libreria Feltrinelli a Milano il titolo non poteva essere che un ricordo al cinema con annesso ricordo di cucina ed ecco che infatti si chiama “Ladri di cotolette” (vi ricorda qualcosa?).

Diego-Abatantuono-ladri-di-cotolette-libro
Ladri di cotolette, a tavola con Diego Abatantuono

Abatantuono in questo libro, ripercorre un po’ della sua vita artistica attraverso dei divertenti anneddoti legati al cibo ed ai suoi amici dietro le quinte di alcuni suoi film, piatti semplici che diventano unici ed irripetibili grazie alla compagnia e alle battute che si sono susseguite in quei momenti. Profumi e sapori di paesi lontani, risate durante le lunghe trasferte fuori casa per girare un film piuttosto che un altro con colleghi che nel corso degli anni sono divenuti veri e propri amici. In questo libro Diego cerca di mantenere quel rapporto bello ed intenso che ha con il suo pubblico, facendogli vivere attraverso i suoi racconti fatti, più o meno comici, avvenuti durante le riprese di alcuni tra i suoi film come “Eccezziunale veramente 1992” e per esempio l’ultimo in ordine di tempo del 2012 “Peggior Natale della mia vita”. Siamo sicuri che la sua ultima fatica sarà un grande successo visto che, già il suo nome è comunque una garanzia. Bravo!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here