Bruno Vespa: La presentazione del suo nuovo libro “Il Palazzo e la Piazza” è un successo

Curiosità gente vip – Grande successo e affluenza di pubblico per Bruno Vespa, che, Venerdì 8 Febbraio 2013, ha presentato il suo nuovo e accattivante libroIl Palazzo e la Piazza” (Mondadori) nel contesto del Festival Artistico Letterario “Cultura Milano.it” organizzato da Salvo Nugnes, direttore di Agenzia Promoter. Il festival- spieghiamo- si propone di rendere la cultura accessibile a tutti, con un ricco ed eterogeneo calendario di incontri ad ingresso libero, che coinvolgono esponenti di spicco, tra cui Margherita Hack, Vittorio Sgarbi, Corrado Augias, Francesco Alberoni e Umberto Veronesi.
In occasione dell’incontro, che si è tenuto presso la rinomata “Milano Art Gallery – Spazio Culturale” situata in via G. Alessi n. 11, sita proprio nel pieno cuore del centro storico milanese, Bruno Vespa è stato insignito della targa simbolica di “Mentore dell’informazione” consegnata da Salvo Nugnes, che lo ha affiancato come perspicace moderatore, per il fondamentale ruolo che, da sempre, ricopre all’interno dei palinsesti e delle strutture, in ambito informativo e giornalistico. Inoltre, ha ricevuto un premio speciale, in chiave volutamente ironica, dagli inviati di Simona Ventura che, conduce su Sky Cielo la trasmissione, dedicata al calcio “Cielo che gol!”.

Bruno Vespa: Presenta il suo nuovo libro foto
Bruno Vespa: Presenta il suo nuovo libro foto

Il titolo e il contenuto de “Il Palazzo e la Piazza” di Vespa, individuano l’eterna antitesi, portata ai livelli estremi ed evidenziano un’indagine analitica, sui più clamorosi casi di malcostume politico e sui principali errori commessi. Vengono quindi ripercorsi ottant’anni di storia, partendo dal crollo di Wall Street, del 1929, raccontando il periodo mussoliniano, i miracoli del dopoguerra, la follia dei decenni, in cui gli italiani si sono indebitati, a piene mani, il tormentato arrivo dell’euro, con i conseguenti vantaggi e costi, le ragioni della crisi che, ha provocato la bancarotta di alcuni Paesi e il forte rischio per il nostro, la durissima e talvolta incomprensibile gestione della Merkel, la fine traumatica del governo Berlusconi e la nascita del recente governo Monti.
Nella sala gremita, il pubblico è parso assai attento e partecipe. Inoltre è stato coinvolto attivamente, nella fase di dibattito, rivolgendo domande interessanti e di rilevante attualità, in questa delicata fase storico sociale, dal grave problema della crescente disoccupazione, alle preziose eccellenze del Made in Italy, da valorizzare al meglio. Non sono mancati simpatici aneddoti e sagaci battute, da parte di Bruno Vespa, che ha dimostrato ampia disponibilità, intrattenendo l’uditorio, con l’innato carisma e la brillante dialettica che da sempre lo contraddistinguono.

Si ringrazia per la squisita collaborazione Jasmine Smith.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.