Il 18 dicembre è il compleanno di uno storico portiere italiano, Gianluca Pagliuca compie proprio oggi 48 anni. E in una data tanto importante l’ex calciatore ha ricevuto gli auguri da parte di tanti appassionati di calcio e soprattutto dal suo ex club, l’Inter. La Serie A Tim ha voluto rendere omaggio all’ex difensore estremo postando su Facebook una foto di Pagliuca e permettendo ai tifosi e agli amanti del calcio di fare gli auguri al portiere. “Serie A TIM: Gianluca Pagliuca compie oggi 48 anni. Buon compleanno all’ex portiere di U.C. Sampdoria, F.C. Internazionale Milano e Bologna F.C. che ha disputato 592 partite in Serie A TIM dietro solo a Javier Zanetti e Paolo Maldini”.

gianluca-pagliuca-compleanno
Gianluca Pagliuca compie 48 anni

Oltre al post ufficiale della lega anche l’Inter ex squadra di Pagliuca ha ricordato con piacere la ricorrenza del loro ex tesserato. Ecco la nota ufficiale pubblicata sul sito del club nerazzurro: “Tanti auguri a Gianluca Pagliuca L’ex portiere nerazzurro compie oggi 48 anni. A lui gli auguri di tutta F.C. Internazionale per un felice compleanno”.

Il compleanno di Gianluca Pagliuca viene festeggiato ricordando soprattutto la sua carriera: il portiere è attualmente terzo nella classifica dei calciatori con più presenze dopo due colossi del calcio italiano come Javier Zanetti e Paolo Maldini.
La sua attività è costellata di successi, dalla prima squadra che l’ha visto esordire (8 maggio 1988), la Sampdoria dove ha vinto uno scudetto ( stagione 90/91) tre coppe Italia (87/88, 88/89 e 93/94), e anche una Supercoppa italiana nel 91 e una Coppa delle Coppe nell’89/90.
Ma il vero e proprio salto di qualità lo ha fatto lasciando Genova e trasferendosi a Milano sponda Inter nel 1994, si mette talmente in mostra tra i pali della squadra nerazzurra che questo gli permette la convocazione a Usa ’94 dove vince insieme ai suoi compagni azzurri la medaglia d’argento come vice campione del mondo. L’ex nerazzurro, oltre a quella competizione mondiale, ne ha disputate altre: nel 1990 (come terzo portiere con Zenga e Tacconi) e nel 1998 (da titolare) e in ogni occasione si è sempre distinto per le sue importantissime parate. Uno dei ricordi memorabili della sua presenza in nazionale fu la scena del bacio al palo, per ringraziare la porta di averlo salvato dalla rete avversaria, sempre nella finale del 1994 persa poi contro il Brasile.

Forse il momento più importante della sua carriera da giocatore risale al 6 maggio 1998, quando ormai diventato un portiere maturo e affermato, trionfa al Parco dei Principi stadio di Parigi conquistando la Coppa Uefa vinta proprio in finale contro la Lazio di Eriksson. Nel resto del suo percorso nel calcio passa da Bologna, dove tempo prima era iniziato il suo cammino nelle giovanili della squadra rossoblù, per finire definitivamente e appendere gli scarpini al chiodo soltanto ad Ascoli nella stagione 2006/2007.
Gianluca Pagliuca non ha mai abbandonato il pallone, poiché in questo periodo è ancora al Bologna, il suo primo vero amore calcistico, dove allena i Giovanissimi nazionali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here