Alessio Romagnoli è un giocatore del Milan. E oggi ha vissuto il suo primo giorno da rossonero dopo essere atterrato all’aeroporto di Linate intorno alle 11 e mezza. Il difensore milanista al suo arrivo è stato subito intercettato da fotografi e giornalisti che hanno voluto raccogliere le prime parole del nuovo giocatore milanista. Romagnoli oggi è arrivato a Milano, principalmente per svolgere le visite mediche.

La Roma ufficializza la cessione. Romagnoli indeciso per il numero

Alessio Romagnoli firma e visite mediche e il dubbio sul numero di maglia
Alessio Romagnoli

 

Ed ha inoltre firmato un contratto che lo legherà al club di Via Aldo Rossi fino al 2020. La Roma ha inoltre ufficializzato la cessione del difensore centrale al club rossonero, tramite una nota pubblicata sul sito ufficiale: “Di aver sottoscritto con l’A.C. Milan il contratto per la cessione a titolo definitivo dei diritti alle prestazioni sportive del calciatore Alessio Romagnoli, a fronte di un corrispettivo fisso di 25 milioni di euro. Inoltre, in caso di futuro trasferimento a titolo definitivo del calciatore, l’A.C. Milan riconoscerà all’A.S. Roma un importo pari al 30% del valore eccedente i 25 milioni di euro”.
Inoltre come riporta la Gazzetta dello sport, il Milan ha convinto la Roma a pagare i 25 milioni tramite una formula di rateizzazione, dando per cominciare ai capitolini 5 milioni di euro e versando gli altri dal prossimo anno in poi fino al 2020.
Tra le altre cose l’acquisto del club di Silvio Berlusconi per molti ricalca le orme di Alessandro Nesta: il giocatore che dalla Lazio passò al club rossonero, un percorso molto simile a quello di Romagnoli che ha lasciato la capitale per la Lombardia ma sponda Roma, dopo un anno positivo passato alla Sampdoria. Ed è stata proprio la scorsa stagione a farlo diventare per molti un promettente centrale anche in vista di un futuro nella nazionale azzurra, come ricambio generazionale. Il sogno del club rossonero è che il 20enne possa diventare con il tempo una bandiera, cosa che gli ha augurato in primis l’ad Adriano Galliani al suo arrivo.
Adesso però resta solo un mistero: Romagnoli vestirà al Milan la maglia numero 13 che fu di Nesta? Per chi conosce bene il difensore di Anzio, la maglia che l’ha più spesso accompagnato è la 46. E c’è una spiegazione anche a questa scelta, la passione per il centrale verso Valentino Rossi. Romagnoli considera, infatti, il pilota della Yamaha il suo idolo. Quindi è normale la domanda diretta al suo approdo al Milan sul 46: “Vale mi fa morire e sono un suo fan pazzesco, ma se potrò prenderò il 13 che aveva Nesta. È un paragone importante, ma per arrivare ai suoi livelli ce ne vuole, e tanto”.
Secondo quanto afferma la Gazzetta dello sport, il passo indietro del nuovo rinforzo rossonero, potrebbe essere dovuto al risentimento dei tifosi milanisti per niente contenti che la scelta del giocatore sia dovuta a Rossi, famoso tifoso interista.

Le dichiarazioni sull’allenatore milanista

A parte la nota di colore relativa alla maglia, il calciatore ha spiegato le ragioni del suo trasferimento, voluto fortemente dal suo allenatore Sinisa Mihajlovic e negando qualsiasi problema con Rudi Garcia: “Parlando con il mio procuratore e con la società giallorossa e Sabatini abbiamo deciso di fare l’operazione. Sono stato pagato tanto per dare una mano e cercare di dare il meglio. Cercherò di dare tutto me stesso e giocare al 100%, ma al Milan la qualità c’è”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here