La 25esima giornata di Serie A è terminata con il match più atteso (Roma-Juventus), ma prima di parlare della partita in questione, anche nelle altre partite ci sono state diverse cose da raccontare. Il turno è iniziato sabato sera con Chievo – Milan, una partita finita a reti inviolate, durante la quale nessuna delle due squadre ha fatto qualcosa per portarsi in vantaggio (0-0). Alle 12.30 domenica, invece, sono scese in campo Cagliari e Verona: la squadra di Mandorlini ha trionfato allo stadio Sant’Elia per 2-1 con le reti di Toni (9′ pt) e Juanito Gomez (11′ st); soltanto alla fine al 90esimo è arrivata la risposta dei sardi con il gol di Conti.

keita-tevez-gol-big-match
Roma-Juventus: 1-1 Keita e Tevez gol big match

25esima giornata di Serie A: Vincono Lazio, Fiorentina e Torino

Il pomeriggio è stato abbastanza ricco di sorprese nelle gare disputate: Atalanta – Sampdoria, Sassuolo – Lazio, Palermo – Empoli, Cesena – Udinese. A Bergamo la Sampdoria è tornata a trionfare dopo un periodo altalenante, con una vittoria in rimonta: l’Atalanta, infatti, ha segnato per prima con Stendardo al 16esimo, poi nel secondo tempo il gruppo di Mihajlovic ha ripreso in mano la gara pareggiando con Muriel al 23esimo st e cambiando lo score grazie alla rete di Okaka al 36esimo st. La sconfitta contro i blucerchiati è costata, così, a Colantuono l’esonero, e al suo posto il club nerazzurro ha scelto di mettere Reja. La Lazio in trasferta ha schiacciato il Sassuolo vincendo 3-0, con le reti di Felipe Anderson al minuto 45 pt, poi di Klose al 25esimo st e infine con l’ultimo gol di Parolo al 32esimo st.
Palermo ed Empoli non si sono fatte male perché nessuna delle squadre ha segnato, chiudendo così la gara in parità (0-0), il Cesena invece ha conquistato i tre punti battendo 1-0 l’Udinese. La rete della vittoria per i padroni di casa è stata di Rodriguez, entrato al posto di Defrel, al minuto 31 del secondo tempo. Alle 18 la Fiorentina è scesa in campo allo stadio San Siro contro l’Inter: i viola hanno vinto di misura sulla squadra nerazzurra, grazie alla rete realizzata da Salah all’undicesimo minuto della ripresa. I ragazzi di Mancini sul finale però non hanno approfittato dell’uscita di due giocatori della Fiorentina, rimasta in nove per l’infortunio di Tomovic e Savic. La sera il Napoli, quasi a sorpresa, ha sprecato l’occasione di potersi portare al secondo posto, non riuscendo a mettere pressione alla Roma: questo perché i partenopei sono caduti sul campo del Torino per colpa della rete di Glik (al 68’) che quindi ha regalato ai granata tre punti molto importanti contro la terza in classifica. L’ultima gara disputata è stata quella dello stadio Olimpico tra Roma e Juventus: il big match tra la seconda e la prima in classifica è finito in parità.
I bianconeri sono andati in vantaggio soltanto nella ripresa con una punizione in seguito a un brutto fallo di Torosidis che per questo si è preso anche la doppia ammonizione ed è stato espulso. La squadra di Allegri su calcio piazzato ha segnato grazie a Tevez (18′ st), soltanto dopo la Roma si è ripresa nonostante fosse in dieci pareggiando con Keita (33′ st). Nel ricco menù di campionato a mancare è stata la gara tra Genoa e Parma, cancellata ancora una volta per quello che sta succedendo alla squadra gialloblù.

26esimo turno di Serie A e classifica aggiornata

Il prossimo fine settimana anticipi e posticipi sono stati scelti in base alle partite che ci saranno durante la settimana per le due semifinali di Coppa Italia. Dunque sabato 7 marzo alle 18 ci sarà Sampdoria – Cagliari e alle 20.45 Milan – Verona. Domenica 8 marzo il lunch match è stato affidato a Cesena e Palermo, alle 15 giocheranno: Chievo – Roma, Empoli – Genoa, Parma – Atalanta, Udinese – Torino. Il posticipo serale sarà disputato allo stadio San Paolo: Napoli – Inter.
Il 26esimo turno di Serie A finirà lunedì 9 marzo alle 19 con Lazio – Fiorentina, e alle 21 con Juventus – Sassuolo.
Ma prima di conoscere i risultati della prossima giornata, bisogna ricordare la classifica, dove ci sono alcune conferme e qualche sorpresa, senza dimenticare che Genoa e Udinese sono con una partita in meno e il Parma con due gare da disputare. Juventus 58 punti, Roma 49, Napoli 45, Lazio 43, Fiorentina 42, Sampdoria 39, Genoa* 36, Torino 36, Inter 35, Milan e Palermo 34, Sassuolo 29, Empoli 28, Udinese* 28, Verona 28, Chievo 25, Atalanta 23, Cagliari 20, Cesena 19, Parma** 10.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here