Platinette, noi tutti lo conosciamo per la  sua vulcanica simpatia e bravura! Giornalista, cantante, opinionista. Un artista versatile che passa dall’essere un conduttore radiofonico di Radio Deejay, al recitare nella commedia: “La sposa in blu” in scena al Teatro Apollonio di Varese dal 7 novembre”. La rincontriamo nei panni di Oriana (Platinette), una sessuologa psicoterapeuta cinquantenne che esamina il mondo degli uomini, mentre si prepara la cena.

Platinet al Teatro Apollonio di Varese con La sposa in blu
Platinet al Teatro Apollonio di Varese con La sposa in blu

La psicologa sogghigna sulle differenze tra l’universo maschile e quello femminili, studiando tutte le aspettative che le donne hanno nei confronti del sesso forte! Oriana, attraverso il suo lavoro di psicoterapeuta prova a chiarire i misteri, le incomprensioni, che si creano nei rapporti tra uomini e donne alle prese con mille dilemmi quotidiani.

Certo, per lei non è facile gestire la psiche di certi clienti che con i loro problemi, non sono davvero dei casi facili da risolvere. Durante le sue sedute incontrerà: una cliente particolarmente difficile, due poliziotti impacciati, un ladro impedito, una vicina di casa, che grazie ai consigli di Oriana riesce a risolvere i suoi problemi personali con il consorte, sopprimendolo completamente!

La protagonista nasconde un segreto, che riguarda il marito, ma che non sveliamo! “La Sposa in Blu” ispirato al Musical Inglese The Brid e Blue, un commedia musicale, dalle sfumature noir che racconta il rapporto uomo-donna, dal punto di vista della donna e dell’universo femminile, a cui si riferisce. Il musical prodotto da Roberto Sky Travaini per Vip Management, scritto da Romy Padovano, vede la Regia di Umberto Noto, che descrive il suo lavoro dicendo:” Un cast d’eccezione nato per caso senza nessuna audizione!” prosegue:” Leggendo la storia ho avuto già ben chiaro in testa, chi erano i personaggi: ” Ho scritturato un gruppo di attori strepitosi che cantano e ballano benissimo!

Oltre a Platinette, in scena troviamo il regista Umberto Noto, che interpreta il ruolo del Mangusta, il capobanda dei ladri che entrerà in casa di Oriana; Samantha Fantauzzi, co-protagonista impersona Betty, vicina di casa; Cinzia del Barba, (appuntato dei carabinieri), Alberto Pistacchia (Il Maresciallo Sassi) Fabio Zulli, (lo Sciacallo e Salvo), Matteo Minervo (Frumenzio).

Per l’autore Romy Padovano: “La Sposa in Blu” è una commedia che ha – anche – un sottotesto dolce amaro in cui si parla e si analizza quello che è il rapporto uomo-donna, sia sotto gli aspetti che tutti conoscono, sia sotto curiosità che spesso non conosciamo o ci sfuggono. C’è dunque del giallo e del comico che trasformeranno lo spettacolo in comico o drammatico?

Dice Umberto Noto: “Un grande personaggio, un titolo strano e l’immagine in locandina di una Platinette che taglia con una sega una torta nuziale dalla quale escono dei petali di rosa rossa: è una storia molto simpatica, leggera e divertente: se riusciamo a regalare dei sorrisi abbiamo raggiunto il nostro intento. Vedere Platinette in una inedita versione teatrale, vestita da sposa in blu crea curiosità: perché un abito da sposa blu?” Anche il produttore ci esplica la sua opinione su questo fantastico lavoro:

“Afferma il produttore e direttore musicale, Roberto Sky Travaini: “Sono orgoglioso di proporre un prodotto di altissima qualità, innovativo nel suo genere: un cast d’eccezione sarà la formula vincente, anche grazie alla presenza di Platinette che è per noi una punta di diamante. Siamo prossimi alla partenza per New York dove ritireremo un premio importante – “La Sposa in Blu” ha vinto il premio della IIDF americana “A Heart For Art – Emerging Musical” come musical emergente 2014 – dopodiché, si parte con l’Italia”.

In questo sognante musical che ricorda molto il film di Totò “Il medico dei Pazzi”, del 1954, le coreografie sono curate da Valentina Bordi, gli arrangiamenti musicali di Fabio Beltramini – la musica è tutta dal vivo! – i costumi di Nunzia Aceto, ambientato in una cucina e divertente e misteriosa  reinventata dalle scenografie di Silvia Silvestri e Hella Mombrini Punto emblematico della scenografia sarà un baule elemento importante da cui incomincerà la storia che i bravissimi interpreti vi racconteranno attraverso la loro coinvolgente bravura! Non mancate a questo appuntamento!

Informazioni e prenotazioni:
Teatro di Varese www.teatrodivarese.it tel. 0332/247897
(dal lunedì al sabato – orari 11/14 – 17/19)
Vip Management Agency – tel. 0331/636495

 

LASCIA UN COMMENTO