Luca De Filippo, figlio dell’indimenticabile Eduardo, si è spento nella sua casa romana dopo una breve e gravissima malattia. L’ultima sua apparizione è avvenuta nell’ottobre scorso sul palco dell’Augusteo a Napoli, dove ha portato in scena la commedia paterna Non ti pago accanto alla moglie Carolina Rosi. Un fiume di amici ed estimatori oggi al Teatro Argentina per dare un ultimo saluto a Luca De Filippo scomparso venerdì scorso a 67 anni.

Luca De Filippo è morto
Luca De Filippo

Nato a Roma nel 1948 dalla relazione tra Eduardo e Thea Prandi, debutta a teatro da bambino nel ruolo di Peppiniello nella commedia Miseria e Nobiltà del nonno Eduardo Scarpetta. Ben presto la vita gli riserva sorprese amare: perde infatti la madre e la sorella Luisella, trovandosi a dodici anni da solo con il padre. Di quel periodo conservava un dolce ricordo che ha raccontato in diverse interviste: “Mi portava alle pomeridiane e mi scriveva delle particine per tenermi con sé in scena. Ricordo per esempio un Sabato domenica e lunedì. Nel primo atto portavo la spesa a donna Rosa che preparava il ragù. Lei mi domandava come distinguevo le diverse liste di cibo sul foglio se non sapevo leggere. La mia battuta era: “Faccio i disegni, donna Rosa un fiore, il signore accanto le corna perché sua moglie lo tradisce”. Cose così, di cui non è rimasta traccia nei testi ufficiali”.

Il debutto ufficiale avviene con Il figlio di Pulcinella. Luca ha vent’anni e decide di usare uno pseudonimo, Luca della Porta, perché teme il peso del cognome che porta e di poter apparire come “raccomandato”. Riesce subito a mettere in mostra le sue doti di attore e a farsi apprezzare per il suo talento. Collabora con il padre per varie commedie sia in tv che in teatro.

Quando nel 1981 il padre annuncia il ritiro dalle scene, fonda “La compagnia di teatro di Luca De Filippo” con la quale porta in scena molte opere del padre e del nonno, ma anche autori come Molière, Beckett e Pirandello.

Il mondo del teatro piange un grande artista, amato dai colleghi e dal pubblico di tutto il mondo.

LASCIA UN COMMENTO