Claudia Conte è una giovane attrice di teatro e cinema. Ma non è tutto. Conoscendola meglio scopriamo che è anche una scrittrice, presentatrice e redattrice di siti web. Tutte queste attività Claudia le porta avanti con grande entusiasmo e passione, ma quale sarà quella che predilige di più? Ecco cosa ci ha raccontato durante questa recente intervista esclusiva per GenteVip.

Claudia Conte: Frammenti rubati al destino Raccolta di poesie

Claudia attualmente quale mansione preferisci?

Credo che per lavorare nel campo artistico bisogna metterci cuore ed entusiasmo. Io nutro grande amore per tutte le forme d’arte, dal teatro alla poesia, dalla letteratura al cinema… Non potrei rinunciare a nessuna delle mie attuali “mansioni”… forse, però, guardandomi bene dentro, le soddisfazioni più grandi le provo sul palcoscenico o dietro le telecamere.

Come ti e ci spieghi questo tuo ragguardevole ecletticismo?

Secondo me l’arte non è settoriale e l’artista “deve saper fare tutto”… il mio eclettismo deriva dalla mia personalità: da buon pesci, sono una persona creativa ed estremamente emozionale ed ho la forte esigenza di comunicare e condividere la mia interiorità con il prossimo.

Hai altri interessi?

Amo la musica alla quale mi sto da poco tempo dedicando spronata dal mio compagno anche lui attore ma con un sorprendente talento musicale.

Qual è la tua idea di arte?

L’arte è la vita spogliata dei momenti noiosi. L’arte è dappertutto e compito dell’artista è quello di tradurre l’emozione in parole ed immagini, sperando di accarezzare dolcemente i pensieri, a volte lasciando scioccati, col fine di provocare reazioni, risvegliare intelletti spesso intorpiditi dalla banalità e dall’ipocrisia del vivere quotidiano.

Quali sono le doti fondamentali per essere considerati artisti?

Creatività, passione per l’arte in ogni sua forma, umiltà di imparare da “i grandi”, non da sterili professori ma da artisti che praticano le arti.

E tu quando hai capito di esserlo?

Per quanto riguarda la recitazione, quando ho recitato la prima volta e ho sentito un quantitativo infinito di sensazioni che, tutte insieme, costruiscono il mio benessere psico-fisico. Per quanto riguarda le mie opere letterarie, quando ho avvertito l’esigenza di raccontare le “mie storie”, di dar vita ai personaggi delle mie fantasie. L’arte è per me un mezzo per dar sfogo al mio mondo interiore.

La tua famiglia come ha preso la tua scelta?

Nella mia famiglia non ci sono artisti, quindi potrai immaginare la sorpresa dei miei di fronte a quelle che da definisco le mie “vocazioni”! Senza dubbio avrebbero preferito e tutt’oggi preferirebbero che mi dedicassi ad altro ma… non si può rinnegare se stessi, soprattutto se si ha un carattere forte e determinato come il mio! Proprio per questo per me è una immensa soddisfazione scorgere mia madre a sfogliare un mio libro o mio padre in prima fila concentrato a vedermi all’opera!

Era il tuo sogno da bambina o volevi fare altro?

Per quel che riguarda sogni ed aspirazioni ero abbastanza “tremenda”: per la mia forte e sempre crescente sete di conoscenza, cambiavo idea molto spesso riguardo il mio futuro. Sognavo di fare mille cose da grande e diventare mille persone diverse… un po’ come cerco di fare oggi e un po’ come del resto fa l’attore, che deve sapersi trasformare in dieci, cento, mille persone diverse indossando continuamente maschere e vivendo “esistenze parallele” che probabilmente nella vita reale non vivrebbe mai, o non vorrebbe mai vivere. Questo lo trovo sorprendente, unico, a volte incredibile!

E ora dove ti possiamo ammirare?

In libreria con “Frammenti rubati al destino” , il mio libro di poesie pubblicato con Galassia Arte Editore. Presto sul digitale terrestre con la serie “Conviventi in affitto” e agli eventi che di volta in volta presento.

Fotografo: Roberto Ronconi
Mua: Giulia Monaco

1 COMMENTO

  1. Che bella che sei Claudia !!! Bella e anche molto brava !!! Ti auguro un 2014 pieno di successo e tanta fortuna…che non guasta mai !

LASCIA UN COMMENTO