I dati di femminicidio fanno impressione: nei primi sei mesi del 2013 sono state uccise in Italia 81 donne, di cui il 75% nel contesto familiare o affettivo. Tra il 2000 ed il 2012 si contano complessivamente in Italia 2.200 donne vittime di omicidio, pari ad una media di 171 all’ anno, una ogni due giorni. Spesso si tratta di omicidio-suicidio dove vittima e carnefice sono destinati ad essere inghiottiti contemporanemanete e per sempre dalle pagine di cronaca nera.

Marco Ligabue e tanti vip insieme a Serena Saitta Stop Femminicidio
Marco Ligabue e tanti vip insieme a Serena Saitta Stop Femminicidio

Senza dimenticare che, altrettanto spesso, quelle coltellate mortali inferte o quei colpi di pistola sparati per imprimere per l’eternità il senso di possesso di un uomo su una donna, lasciano cicatrici indelebili, su figli, fratelli e genitori. Si sta perdendo di vista i veri valori e il rispetto delle donne.
Molti i VIP che mettono la loro faccia per dare un messaggio importante: ORA BASTA !!

L’iniziativa parte da Serena Saitta: “Mi viene un brivido alla schiena ogni volta che sento al telegiornale di donne uccise, le storie hanno sempre la stessa trama. Cambiano solo i nomi e i cognomi, l’ennesimo caso di femminicidio si è consumato a pochi chilometri di distanza da casa mia, questo non è giusto!!! Non si può morire per amore, per una storia finita. E’ importante fare sentire le nostre voci, è importante dire basta, fermiamo questo carneficidio. Le donne sono fatte per essere AMATE“.
Molti i vip che insieme a Serena dicono NO, molti vogliono dire la loro su questo terribile argomento. Clementino, il rapper più seguito dai ragazzi, dice: “Nelle mie canzoni scrivo tanto contro la violenza sulle donne, quindi STOP al FEMMINICIDIO“.
Il vincitore di Sanremo 2014 Rocco Hunt afferma: I valori sono la mia vera rivoluzione, cerco di dare messaggi positivi a questa generazione un po’ confusa, in fondo nasciamo da una donna e cresciamo con una donna. Credo che le donne vadano rispettate sempre, non solo l’8 marzo.
Così Serena Saitta, Luca Fainello (uno dei cantanti italiani dei SONOHRA), Clementino, Marco Ligabue, Erica Mou, Pierdavide Carone, Andrea Perroni, Rocco Hunt e tanti altri dicono: “Stop femminicidio“.
Anche noi ci uniamo con questa bella iniziativa della Saitta, anche noi diciamo “LE DONNE NON SI UCCIDONO“.

LASCIA UN COMMENTO