A mons. Dario E. Viganò, Direttore del CTV, il PremioL’Elefantino d’Argento” della città di Catania. Per l’occasione la lectio magistralis: “Comunicazione. una conquista umana più che tecnologica”. Si terrà venerdì 30 maggio, alle ore 11, presso l’Aula Consiliare del Comune di Catania (Piazza Duomo, 3) il conferimento dell’“Elefantino d’Argento”, prestigioso premio della città, che il sindaco Enzo Bianco assegnerà a mons. Dario Edoardo Viganò, Direttore del Centro Televisivo Vaticano (CTV), con la seguente motivazione: “Per l’amicizia e l’attenzione rivolta alla spiritualità degli abitanti della città di Catania, sostenuta anche dalla professionalità e sensibilità con la quale ricopre il ruolo di Direttore del Centro Televisivo Vaticano”.

Premio “L’Elefantino d’Argento a Mons. Dario E. Viganò
Premio “L’Elefantino d’Argento a Mons. Dario E. Viganò

Per l’occasione Viganò, già professore ordinario di Teologia della comunicazione presso la Pontificia Università Lateranense e docente di Linguaggi e mercati dell’audiovisivo alla LUISS “Guido Carli”, terrà una lectio magistralis dal titolo “Comunicazione. una conquista umana più che tecnologica”, richiamando anche il grande evento mediatico della Canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, lo scorso 27 aprile 2014, che ha visto protagonista a livello globale il Centro Televisivo Vaticano. Ad introdurre l’incontro sarà il dott. Emiliano Abramo, responsabile della Comunità di Sant’Egidio di Catania. “Sono grato al Sindaco e alla città tutta” – ha dichiarato mons. Viganò – “per un riconoscimento che ricevo personalmente ma che estendo a tutto il meraviglioso gruppo del Centro Televisivo Vaticano. Catania è una città nella quale ho conosciuto una carità creativa di giovani, ragazzi e ragazze, che hanno avviato una catena di solidarietà nei confronti degli immigrati. Inoltre, più volte ospite all’Università, ho potuto condividere la passione per la ricerca”. “Catania è una città viva” – ha aggiunto Viganò – “con istituzioni che sanno valorizzare le presenze associative sul territorio”.

LASCIA UN COMMENTO