E’ in corso a Milano la decima edizione di “Identità Golose” Congresso Internazionale della Gastronomia creato da Paolo Marchi, dove quest’anno è stato un italiano di adozione a vincere come “chef dell’anno”. Il cuoco Heinz Beck ha studiato per avere il suo diploma di cuoco nel 1983 alla scuola alberghiera di Passau (Austria). Dopo poco più di due anni inizia a lavorare a Monaco, per una ditta di catering che aveva già ottenuto una stella Michelin. Nel 1986 inizia la sua carriera da chef presso il Colombi Hotel di Friburgo. Nel 1989, torna a Monaco, dove lavora per il Tantris, un ristorante da tre stelle Michelin. E’ nel 1992 che riesce finalmente ad ottenere l’importante qualifica di “Maestro di cucina” alla scuola alberghiera di Altötting Alzgern, da dove parte poi nel 1994 per l’Italia dove inizia a lavorare per il ristorante “La Pergola” dell’hotel Rome Cavalieri Hilton che, grazie a lui nel 2001 riceve ben due stelle Michelin, nel 2004 è addirittura nominato Miglior Ristorante dell’anno per la Guida BMW.

Identità Golose 2014, il migliore chef dell'anno è Heinz Beck
Heinz Beck è lo chef premiato a Identità Golose 2014

Ma non finisce qui perché nel 2005  Heinz Beck ottiene tre stelle e cinque forchette Michelin, 19/20 nella guida de L’espresso, 93/100 in quella del Gambero Rosso, di così non si può davvero chiedere a uno chef. Heinz però non si accontenta e quest’anno, alla decima edizione di Identità Golose, si aggiudica anche il premio quale “Chef dell’anno” eh… se ciò non bastasse nel 1998, si è anche diplomato come “Sommelier Professionista “. Pur essendo italiano di adozione, più di qualsiasi altro cuoco nazionale, ha portato l’eccellenza della cultura culinaria e i sapori del “Bel Paese” fuori dai confini geografici”, e questo ha fatto sì che fosse proprio lui lo “chef dell’anno” 2014. Buona fortuna per la tua carriera.

LASCIA UN COMMENTO